Pubblicato il 24/06/20

AUTO HIGH TECH Le automobili sono sempre più ricche di tecnologia, infarcite di funzionalità che migliorano la sicurezza, la guida a bordo e il comfort. Per poter svolgere il compito per cui sono stati progettati, questi sistemi si appoggiano a computer montati a bordo. Calcolatori che dovranno essere sempre più potenti e performanti, per poter raccogliere le sfide tecnologiche che ci aspettano negli anni a venire.

OLTRE I VIDEOGIOCHI Nvidia, che molti di voi probabilmente conoscono per le schede video che muovono i videogame di ultima generazione, o per il suo Nvidia Shield, è da diverso tempo impegnata nel mondo dell’automobile per lo sviluppo di sistemi legati alla guida autonoma (e non solo). La casa di Santa Clara ha stretto una partnership strategica con Mercedes-Benz per lo sviluppo di un computer di nuova generazione per automobili, capace di gestire e supportare ogni esigenza delle quattro ruote di domani, dagli aggiornamenti over-the-air alla guida autonoma. Questa nuova tecnologia, dice Mercedes, debutterà sui suoi modelli a cominciare dal 2024.

Mercedes e Nvidia: una tecnologia che permette di aggiornare l'auto come fosse uno smartphone

IL CUORE PULSANTE La piattaforma hardware e software si chiama Nvidia Drive e si basa sulla tecnologia Orin, presentata al CES dello scorso anno, capace di potenze di calcolo impressionanti, con un consumo energetico davvero ridotto al minimo: stiamo parlando di 200 teraflop al secondo, ossia 200 trilioni di operazioni al secondo. Un vero e proprio supercomputer. Per darvi un esempio concreto, le prossime console di videogiochi di nuova generazione, Xbox Series X e PlayStation 5, lo stato dell’arte in questo settore, sono capaci di potenze di 12 e 10 teraflops, rispettivamente. Tutto questo, in un’architettura software concepita espressamente per gestire le applicazioni legate alla guida, dagli ADAS al parcheggio automatico, ecc.

L’AUTO COME UNO SMARTPHONE Tra le caratteristiche più rilevanti della nuova piattaforma ci sono gli aggiornamenti Over-the-Air, ossia senza necessità di collegare fisicamente l’automobile a un dispositivo, ma che permetta - esattamente come accade oggi con gli smartphone, o con le vetture Tesla - di aggiungere funzionalità e migliorare quelle esistenti in maniera automatica, senza l’intervento del cliente. 

Mercedes e Nvidia: il loro processore gestirà le macchine del futuro

I RETROSCENA L’annuncio è arrivato qualche settimana dopo la notizia che Daimler (la società che controlla Mercedes) e BMW hanno interrotto la loro collaborazione per lo sviluppo congiunto di sistemi di guida autonoma. Probabilmente i due costruttori non hanno trovato un accordo sulla piattaforma da utilizzare, e Orin di Nvidia è capitata, come si dice in questi casi, a fagiolo. BMW, dal canto suo, insieme a FCA, sta lavorando con un consorzio che comprende anche FCA e Intel.


TAGS: mercedes guida autonoma nvidia orin over-the-air