Autore:
Emanuele Colombo

LE APRIPISTA A4, A5 e Q7: sono questi i modelli su cui Audi, da quest'anno, rende disponibili i primi servizi Car-to-X: trasformano le auto in uno sciame di veicoli intelligenti, che si scambiano tra loro informazioni utili per la sicurezza e per il comfort.

SERVIZI ALL'AVANGUARDIA Si comincia, proprio in questi mesi, con i servizi Informazioni sulla segnaletica stradale e Informazioni sui pericoli, grazie ai quali i modelli Audi compatibili sono interconnessi e condividono tra loro alcuni tipi di dati attraverso la rete mobile. Il collegamento avviene tramite una schedina telefonica SIM di tipo embedded, ossia installata a bordo delle vetture, che i clienti ottengono insieme con le dotazioni Audi connect.

INTELLIGENZA COLLETTIVA Dalla metà di quest’anno i veicoli hanno iniziato a raccogliere i dati che confluiranno in una banca dati e verso fine anno verranno poi ritrasmessi alle auto. Questa tecnologia realizza la cosiddetta intelligenza collettiva, ossia la condivisione e l’utilizzo di informazioni complesse da parte di molti utenti ed è alla base anche dei futuri modelli Audi con guida pilotata.

OCCHIO AI CARTELLI Il servizio Informazioni sulla segnaletica stradale sfrutta una telecamera a bordo dell'auto per individuare i limiti di velocità temporanei e li trasmette a un server online (o nel cloud, come si dice in gergo). Quando la stessa segnalazione viene confermata da più veicoli, l'informazione viene condivisa alle altre Audi compatibili: va ad arricchire i dati già presenti nel modulo di navigazione MMI e viene utilizzata dai sistemi Adaptive cruise control predittivo (pACC) e assistenza all’efficienza predittiva (PEA) per programmare uno stile di guida previdente.

UOMO AVVISATO... Il servizio Informazioni sui pericoli permette di informare le Audi compatibili con informazioni su incidenti, guasti, nebbia o ghiaccio che si incontreranno lungo la strada. L'auto identifica una situazione di visibilità ridotta grazie ai sensori per pioggia e luce; all'attivazione dei fari e dei tergicristalli. Un incidente o un guasto vengono invece segnalati da una chiamata d’emergenza del sistema di bordo eCall o dall'intervento di un airbag. Gli avvisi appaiono su un display a bordo dell'auto e comunicati da una voce elettronica.

A CACCIA DI PARCHEGGI Per il futuro, Audi sta sviluppando un altro servizio per la ricerca dei parcheggi (On Street Parking), che funzionerà basandosi su tre diverse rilevazioni: primo, riconoscerà i veicoli che si fermano o ripartono in base alle manovre che avranno effettuato; secondo, individuerà gli spazi vuoti tramite sensori a ultrasuoni e telecamera di bordo; terzo, con l'aiuto di calcoli statistici, ci indicherà le vie dove sarà più probabile trovare parcheggio e il tempo stimato per occuparne uno, in base alla destinazione e l'ora del giorno.


TAGS: audi a4 audi q7 audi a5 car-to-x informazioni sulla segnaletica stradale informazioni sui pericoli on street parking