Autore:
Federico Maffioli

PRONTI VIA Nella prima sessione di prove libere qui in Germania Tom Sykes spiazza la concorrenza siglando al secondo passaggio il record della pista fatto registrare l’Anno scorso da Chaz Davies in Gara uno. Non solo, perché nelle FP2, caratterizzate da una brutta caduta di Stefan Bradl prima (è stata esposta la bandiera rossa per la moto distrutta in pista, ma fortunatamente non c’è stata nessuna conseguenza per il pilota) e da un forte temporale poi, la Kawasaki numero 66 ha ribadito il concetto girando in 1.37.172 ed abbassando di altri 165 millesimi il primato del connazionale in sella alla Ducati numero 7. Secondo miglior tempo di giornata, invece, per il suo compagno di squadra ed attuale leader in Campionato Jonathan Rea, che nella mattinata è riuscito a fermare il cronometro a 332 millesimi da best lap di oggi. Nel Venerdì del Lausitzring, quindi, sono ancora le due Kawasaki ufficiali a mettere le ruote davanti a tutti, sfruttando meglio dei diretti rivali i test che si sono svolti qui alcune settimane fa. In questo c’è da sottolineare però che i tempi fatti registrare fino ad ora in pista sono ancora lontani dall’1.36.6  fatto da Rea durante gli scorsi test tedeschi.

IN SCIA Al termine delle due prime sessioni di libere, Chaz Davies sigla il terzo crono di giornata, in ritardo di soli 22 millesimi da Rea e 332 da Sykes. L’inglese in sella alla Ducati numero 7 non ha potuto sfruttare la seconda sessione di libere a causa di un violento temporale che ha compromesso il grip della pista verso metà del turno. Risale nei tempi invece Marco Melandri che dopo i problemi elettronici di questa mattina che non gli hanno permesso di andare oltre al quattordicesimo tempo, chiude il Venerdì tedesco in quinta posizione a 686 millesimi nella combinata dei tempi di oggi.

CONFERMA Inizio positivo per le due Aprilia ufficiali, già protagoniste sia nei test tedeschi sia nella prima sessione di libere qui in Germania, con Lorenzo Savadori che è stato autore del quarto miglior tempo a 549 millesimi da Sykes ed Eugene Laverty sesto a 708 millesimi. Anche per i due portacolori della Casa di Noale sono valsi i tempi fatti registrare nelle FP1 di questa mattina con il secondo turno di prove libere frammentato in due parti e caratterizzato da condizioni bagnate nella seconda metà.

BEN TORNATO Il pilota Markus Reiterberger, presente qui come wild card dopo il divorzio con il team Althea Bmw, si piazza in settima posizione della classifica combinata di oggi a 790 millesimi dal best lap di Sykes. Il pilota tedesco in sella alla Bmw gestita dal Team Van Zon Remeha e supportata direttamente dalla Casa madre si piazza quindi davanti ai due alfieri del Team Althea Jordi Torres e Raffaele De Rosa, rispettivamente al nono e quindicesimo posto nei tempi del Venerdì.

TOP TEN Chiudono la lista dei piloti che domani entreranno direttamente in Superpole 2 Leon Camier su MV Agusta ed Alex Loews su Yamaha, rispettivamente in ottava e decima posizione. Tra i Team ufficiali c’è da sottolineare però che Yamaha è stata l’unica squadra a non aver partecipato ai test fatti qui qualche settimana: sia Alex Lowes, sia Michael van der Mark, infatti, hanno corso (vincendola) la otto la 8 ore di Sukuza.

COSI IN SUPERPOLE 2 Questo l’elenco completo dei piloti che accederanno domani alla Superpole 2 qui a Lausitzring: 1) Tom Sykes, Kawasaki 1.37.172; 2) Jonathan Rea, Kawasaki 1.37.504; 3) Chaz Davies, Ducati 1.37.526; 4) Lorenzo Savadori, Aprilia 1.37.721; 5) Marco Melandri, Ducati 1.37.858; 6) Eugene Laverty, Aprilia 1.37.880; 7) Markus Reiterberger, Bmw 1.37.962; 8) Leon Camier, MV Agusta 1.38.165; 9) Jordi Torres, Bmw 1.38.462; 10) Alex Lowes, Yamaha 1.38.470


TAGS: marco melandri chaz davies eugene laverty alex lowes jonathan rea tom sykes jordi torres Markus Reiterberger leon camier lorenzo savadori sbk 2017 superbike germania 2017 sbk germania 2017 sbk lausitzring 2017 superpole 2 sbk germania 2017 tempi venerdi sbk germania 2017