Autore:
Giulio Scrinzi

PRIMA TAPPA ITALIANA Finalmente il Motomondiale sbarca in Italia! Il sesto round stagionale, infatti, coincide con la prima tappa tricolore, il classico appuntamento dell'Autodromo del Mugello. La pista toscana è il circuito di casa del nostro Valentino Rossi: sette vittorie e sei pole position all'attivo, questo il palmares del Dottore di Tavullia. Sarà sufficiente per sbaragliare la concorrenza?

PERLA D'ITALIA Situato nella campagna toscana a trenta chilometri a nord-est di Firenze, l'Autodromo del Mugello è diventato inizialmente proprietà della Ferrari a partire dal 1988, mentre è entrato nel calendario del Motomondiale dal GP d'Italia 1991 dopo essere stato sottoposto a profondi lavori di ristrutturazione. Oggi la sua configurazione lo caratterizza per essere uno dei circuiti più veloci, tecnici ma anche emozionanti di tutta la nostra penisola: una vera perla, con una lunghezza di 5,245 km e quindici delle curve più famose al mondo.

ALLUNGANDO IN CLASSIFICA Lo scorso appuntamento di Le Mans è stato molto importante per Maverick Vinales: dopo una lunga battaglia con il suo team-mate Rossi, è riuscito non solo a batterlo ma anche ad indurlo in errore, portandolo ad una caduta a poche curve dal termine che è costata al Campione di Tavullia un pesante zero in classifica. Una strategia psicologica molto fine che gli ha garantito di riconquistare la leadership del Campionato, allungando il suo margine sul numero 46 fino a 23 punti. Adesso, però, è il momento di lottare nella tana del lupo, quell'Autodromo del Mugello dove Valentino è l'indiscusso padrone di casa: ce la farà Maverick ad essere più forte del nove volte Campione del Mondo?

INCIDENTE DI PERCORSO Dal canto suo, Valentino nell'ultima settimana si è reso protagonista di una caduta con la moto da cross mentre si allenava sulla pista di Cavallara. Un incidente che gli ha provocato un trauma toracico e addominale che potrebbe compromettere non solo la sua prestazione sulla pista di casa, ma addirittura la partecipazione all'intero weekend di gara. La sua situazione non è facile, perchè i medici dell'Ospedale Infermi di Rimini vogliono assicurarsi che non ci siano altre complicazioni prima di tornare in sella alla sua Yamaha. Se avrà il via libera, per Rossi il prossimo GP d'Italia sarà la gara della vita: per tornare a lottare per il Mondiale, dovrà vincere.

LAVORO IN SILENZIO Della partita sarà sicuramente anche Daniel Pedrosa, terzo al traguardo sul circuito di Le Mans: una medaglia di bronzo che gli ha permesso di scavalcare Rossi in classifica di Campionato portandosi in seconda posizione a soli 17 punti da Vinales. Il pilota di Sabadell sta lavorando in silenzio e, al contrario del suo compagno di squadra Marc Marquez, sta sbagliando veramente poco. Che stia cominciando a crescere in lui una certa ambizione verso il titolo Mondiale?

IN CRESCITA Chi, invece, al Mondiale non ci sta proprio pensando ma sta dando il massimo in ogni singola gara è Johann Zarco: il francese, sulla pista di casa di Le Mans, non ha deluso il suo pubblico conquistando il suo primo podio in MotoGP dopo solo cinque gare nella massima serie. Il due volte Campione del Mondo della Moto2 sta crescendo a passi da gigante quindi... attenzione, perchè al Mugello non si tirerà certo indietro nel lottare per la vittoria.

UN PASSO ALLA VOLTA E la Ducati? Dopo un inizio di stagione non esaltante, con i primi tre appuntamenti affrontati praticamente nell'ombra ad eccezione del secondo posto di Andrea Dovizioso in Qatar, ora la Rossa di Borgo Panigale sta iniziando a far vedere il suo potenziale. A Jerez Jorge Lorenzo è stato protagonista di uno splendido podio che gli ha permesso di salire sul gradino più basso, mentre in Francia entrambi i piloti ufficiali hanno dovuto faticare un po' più del dovuto, con il DesmoDovi quarto e il Porfuera sesto al traguardo dopo un'ottima rimonta dalla 16esima casella in griglia. Ma adesso è il turno del Mugello: qua, l'anno scorso, Andrea Iannone ha stabilito il record di velocità del Motomondiale, portando la sua GP16 a 354,9 km/h. La pista toscana, quindi, ben si adatta alle doti velocistiche del Desmo bolognese, per cui l'unico modo per piazzare un buon risultato in questa prima tappa tricolore è lavorare... un passo alla volta.

COSì IN TV Qua di seguito la programmazione ufficiale del sesto round stagionale sull'Autodromo del Mugello, trasmesso in diretta sia da SKY che dalla nazionale TV8.

Venerdi 2 Giugno 2017
ORARI SKY SPORT MOTOGP HD (canale 208)
09:00 - FP1 Moto3
09:55 - FP1 MotoGP
10:55 - FP1 Moto2
13:10 - FP2 Moto3
14:05 - FP2 MotoGP
15:05 - FP2 Moto2
 
Sabato 3 Giugno 2017
ORARI SKY SPORT MOTOGP HD (canale 208)
09:00 - FP3 Moto3
09:55 - FP3 MotoGP
10:55 - FP3 Moto2
12:35 - Qualifiche Moto3 (TV8 Digitale Terrestre)
13:30 - FP4 MotoGP
14:10 - Qualifiche MotoGP (TV8 Digitale Terrestre)
15:05 - Qualifiche Moto2 (TV8 Digitale Terrestre)
 
Domenica 4 Giugno 2017
ORARI SKY SPORT MOTOGP HD (canale 208) e TV8 Digitale Terrestre
08:40 - Warm-up Moto3, Moto2, MotoGP
11:00 - Gara Moto3
12:20 - Gara Moto2
14:00 - Gara MotoGP

TAGS: motogp motogp 2017 motogp mugello 2017 orari motogp mugello 2017 programmazione motogp mugello 2017