Pubblicato il 08/03/21

TEST INFUOCATI È iniziata in maniera decisamente infuocata, la stagione 2021 della MotoGP. Nel weekend sono andati in scena i primi tre giorni di test precampionato di Losail, la stessa pista dove il motomondiale debutterà nel weekend del prossimo 28 marzo con il Gp del Qatar. Proprio il tracciato qatariota ha scritto i primi verdetti – in questo caso ancora ininfluenti – del 2021, con Fabio Quartararo al comando della tre giorni grazie al crono di 1:53.940 staccato nella serata di ieri, precedendo la Ducati di Jack Miller e l’Aprilia di Aleix Espargaro. A tenere banco oggi non è però l’analisi di quanto accaduto a Losail ma la baruffa scatenata sui social da alcuni commenti poco eleganti del grande ex Jorge Lorenzo.

MotoGP Test 2021, Losail: Cal Crutchlow in sella alla Yamaha

LA CADUTA DI CAL Per capire quanto successo e le ragioni della polemica, bisogna fare un doppio passo indietro. Il primo, a qualche settimana fa quando la Yamaha ha deciso di non rinnovare il contratto con il campione del mondo Jorge Lorenzo, preferendogli nel ruolo di tester per la squadra corse ufficiale un altro ex centauro di casa Honda, Cal Crutchlow. Il secondo passo indietro ci fa invece tornare a ieri quando, al calare della sera in Qatar, l’asfalto si è raffreddato causando non pochi problemi ai piloti impegnati nella sessione di test. A incappare nella trappola della superficie viscida è stato, tra gli altri, proprio Cal, caduto rovinosamente in curva-2 (fortunatamente senza conseguenze fisiche). Il fiammifero per innescare il fuoco su una brace già da tempo pronta ad ardere…

LO SFOTTÒ DI JORGE Così, all’improvviso, in serata è arrivata pronta e ben confezionata la polemichella social del maiorchino, che ha commentato il post Instagram della MotoGP in cui veniva pubblicata la foto della caduta di Crutchlow con un semplice, ma dirompente “Ve l’avevo detto…”. Una frase di scherno che non ha lasciando indifferente il paddock di Losail, con il ducatista Jack Miller pronto a rispondere alla provocazione dell’ex collega: “Jorge, sarebbe il caso che tu crescessi. Seriamente, smettila di comportarti come un bambino”. Immancabile la risposta di Martillo: “Jack, e se tu invece spegnessi il cellulare, smettessi di fare gli stoppie e iniziassi a vincere qualche gara? Hai già 26 anni, concentrati su quello che conta davvero piuttosto che sprecare il tuo talento”. Endorsement anche da parte dell’italiano Andrea Iannone: “Dai Triller (nickname affibbiato a Miller, ndr), aiuta Crashclow! Meno stress e più risate!”.

Jorge Lorenzo (Yamaha) durante i test ufficiali MotoGP di Sepang

ALEIX ZERU TITULI Ancora più violenta la gazzarra social con Aleix Espargaró, anche lui schierato in favore di Crutchlow: “Preferisco essere una brava persona che non un campione così! Ti amiamo Cal!”. Anche in questo caso la replica di Lorenzo non si è fatta attendere: “Ma non è meglio essere entrambe le cose? Credo che sia una sensazione fantastica, magari un giorno potrai essere in grado anche tu”. E ancora, postando uno screenshot della pagina Wikipedia del catalano di casa Aprilia: “Davvero? Zero vittorie in 18 anni di motomondiale? Sapevo che il tuo manager è un portento, ma il fatto che tu sia ancora in MotoGP è quasi magico. Almeno Cal e Jack hanno vinto qualche gara…”. E meno male che sono soltanto test precampionato…


TAGS: yamaha honda ducati motogp jorge lorenzo cal crutchlow jack miller aleix espargaro andrea iannone Fabio Quartararo Test Qatar Test Losail MotoGP 2021