Test MotoGP a Losail, cosa abbiamo visto nel primo weekend
MotoGP 2021

Come è andato il primo weekend di test MotoGP a Losail


Avatar di Simone Valtieri , il 08/03/21

8 mesi fa - Aprilia, Ducati, Honda, Yamaha. Il punto sul weekend di test a Losail

Un'Aprilia in crescita, una Ducati con soluzioni innovative, una Honda e una Yamaha consistenti. Il punto sul weekend di test

TANTO LAVORO, POCO TEMPO Sei giorni per preparare un campionato del mondo MotoGP sono pochi, pochissimi, e per questo motivo ogni team ha cercato di sfruttare al massimo i tempi. Aleix Espargaro ha portato l'Aprilia ai vertici delle cronotabelle, così come hanno fatto Jack Miller con la Ducati e Fabio Quartararo con la Yamaha. Costantemente nella parte alta della classifica abbiamo visto anche le Honda di Stefan Bradl e, nel secondo giorno, di Pol Espargaro, mentre sono rimasti più nascosti i campioni del mondo in carica della Suzuki e la KTM rivelazione della passata stagione, andiamo a vedere, casa per casa, come si è lavorato nei primi tre giorni di test MotoGP a Losail.

Le sei case

  • Suzuki - Team Suzuki Ecstar
  • Ducati - Ducati Lenovo Team, Pramac Racing, Esponsorama/Sky VR46
  • Yamaha - Monster Energy, Petronas SRT
  • Honda - Team Repsol Honda, Honda LCR
  • KTM - KTM Factory Racing, KTM Tech 3
  • Aprilia - Aprilia Racing Team Gresini

Suzuki

Non moltissime novità visibili per il team campione del mondo. Alex Rins ha lavorato sull'elettronica della Suzuki GSX-RR, cercando di testare l'affidabilità del nuovo sistema di raffreddamento. Joan Mir, invece, ha portato in pista il nuovo forcellone, per il quale è stato confermato l'alluminio come nel 2020.

Ducati

Come spesso accade è da Borgo Panigale che arrivano sia il maggior numero di novità che quelle più interessanti. La nuova carena portata in pista da Miller e Bagnaia (che l'ha però rotta, cadendo nel day 1) ha un convogliatore di flusso potenziato nella parte bassa di fronte alla gomma anteriore, e funge in pratica da terzo profilo aerodinamico oltre alle ali sul cupolino e a quelle sulla fiancata. Il nuovo codone ha uno smorzatore inerziale con linee più affusolate e una terza versione più compatta della cosiddetta ''salad box''. Ducati (ma anche Honda) sta sviluppando il blocco della forcella in stile motocross come avviene già su Aprilia e Suzuki, con lo scopo di non far impennare la moto al via. Alcune delle novità del team ufficiale sono apparse anche sulle moto del team Pramac di Zarco e Martin, come il nuovo codone, mentre i due rookie del team Esponsorama hanno avuto una GP19 senza abbassatore, aggiornamento che avranno nel corso della stagione, se funzionerà.

Jack Miller (Ducati) Jack Miller (Ducati)

VEDI ANCHE



Yamaha

Due moto a testa per i due piloti ufficiali Maverick Vinales e Fabio Quartararo: una in configurazione 2020 e un'altra con delle novità e sulla quale sono stati applicati il telaio 2021 e il forcellone in carbonio. Il lavoro del test team è affidato a tre piloti che si sono alternati su tre differenti moto riconoscibili per il logo T1, T2 e T3 sul cupolino. Crutchlow, Nakasuga e Nozane hanno confrontato una versione 2019 della Yamaha, una 2020 e una birida 2021. Anche i piloti del team Petronas, Valentino Rossi e Franco Morbidelli, hanno a disposizione due moto a testa: Rossi però è l'unico ad avere a disposizione alcuni aggiornamenti 2021, tra i quali un copriserbatoio diverso per migliorare l'ergonomia. 

Fabio Quartararo (Yamaha) Fabio Quartararo (Yamaha)

Honda

Tra le case che hanno fatto meglio nei primi test di Losail c'è la Honda, con il tester Stefan Bradl che si è visto sempre nella parte alta della classifica. Il tedesco si è alternato in sella a due moto, ben distinguibili visto che una era in carbonio e l'altra presentava i colori ufficiali del team Repsol con un solo inserto in carbonio. Quella tutta nera aveva montato il nuovo telaio, che sembra aver funzionato bene. Bradl ha sviluppato anche il blocco della forcella in partenza esattamente come la Ducati, mentre Pol Espargaro ha girato con la versione più aggiornata della RC213V del 2020. Nel team LCR la nuova forcella con abbassamento posteriore è stata applicata sulla moto di Nakagami, mentre Alex Marquez ha distrutto la sua moto cadendo a causa di una forte raffica di vento che l'ha spinto sulla parte verde e scivolosa poco fuori l'asfalto, e dovrà ripartire da zero.

Pol Espargaro (Honda) Pol Espargaro (Honda)

KTM

Poche le novità tecniche intraviste sulle moto della casa austriaca. I quattro piloti titolari dei team Factory e Tech 3 - che dispongono tutti di moto identiche - hanno girato con la RC16 2020 mentre il tester Dani Pedrosa portava in giro per la pista il nuovo telaio e un nuovo codone con scarico integrato. Vedremo nei prossimi tre giorni se anche gli altri piloti proveranno quanto testato in questa prima parte di test dallo spagnolo.

Dani Pedrosa (KTM) Dani Pedrosa (KTM)

Aprilia

I tempi di Aleix Espargaro hanno impressionato nei due giorni in cui il pilota spagnolo è stato in pista in Qatar. L'Aprilia è sembrata la moto maggiormente migliorata rispetto alla scorsa stagione, chiusa mestamente in ultima posizione, e per farlo si è lavorato molto sulla RS GP quest'inverno. In pista sono spuntati persino i tubi di Pitot, particolari sensori che si vedono sulle auto di Formula 1, e con un team principal come Massimo Rivola che viene da quel mondo, è facile supporre che ci sia il suo zampino. L'Aprilia ha comunque portato molte novità: un nuovo telaio, tanto per cominciare, una nuova testata del motore più leggera e un nuovo abbassatore posteriore, per ora testato solamente in partenza con ottimi risultati - a quanto si dice - nelle prove fatte dai piloti. Aprilia ha anche optato per un forcellone in carbonio e la nuova informatica aggiornata previene i problemi di impennamento. Le novità non sono finite qui: per la prima volta l'Aprilia pesa meno di 157 kg, e questo permette di utilizzare la zavorra ripartendo al meglio i pesi. Infine sono state provate fino a ora due versioni delle nuove alette, da utilizzare a seconda della pista che si affronta.

Aleix Espargaro (Aprilia) Aleix Espargaro (Aprilia)


Pubblicato da Simone Valtieri, 08/03/2021
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox