MotoGP Test Losail 2021, la prima giornata in pista in Qatar
MotoGP 2021

MotoGP Test Losail, shakedown: Bradl è il migliore, ma che bravo Bastianini


Avatar di Simone Valtieri , il 05/03/21

9 mesi fa - Il resoconto della prima giornata di test MotoGP a Losail (Qatar)

Lo shakedown test di Losail è appannaggio di Stefan Bradl e della Honda. Tra i rookie Bastianini meglio di Marini e Martin

SHAKEDOWN! È ufficialmente iniziata la stagione di MotoGP, con la prima di sei giornate di test in pista a Losail, il cosiddetto shakedown dedicato ai rookie, ai test rider e all'Aprilia, che grazie alle concessioni FIM ha potuto girare con i piloti ufficiali. Questa prima giornata  è servita ai team per iniziare a conoscere le nuove moto, per la prima volta in pista nel 2021, e anche ai piloti a prenderci confidenza. Il più veloce di giornata è stato il tedesco Stefan Bradl, che dopo una stagione da titolare per rimpiazzare Marquez è tornato a fare il collaudatore della Honda. Suo il 1'55''614 migliore prestazione di giornata, a poco meno di 2'' dal record della pista. Seconda e terza posizione per la Yamaha, che oggi alternava tre piloti su tre moto (Cal Crutchlow, Katsuyuki Nakasuga e Kohta Nozane) ed è dunque possibile che entrambi i crono siano stati realizzati da Crutchlow.

ROOKIE DAY! Bravissimo Enea Bastianini, quarto con la sua Ducati, migliore anche del collaudatore di Borgo Panigale Michele Pirro per appena 5 millesimi, mentre alle loro spalle c'è la terza Yamaha. Settimo Lorenzo Savadori con l'Aprilia, seguito dal rookie Luca Marini con la Ducati, che nel finale ha migliorato il suo crono di giornata. Nona la Suzuki con Sylvan Guintoli e decimo Jorge Martin, caduto senza riportare conseguenze con la Ducati del team Pramac. 11° Dani Pedrosa che si è dedicato al setup della KTM, mentre non è sceso in pista Aleix Espargaro con l'Aprilia.

LA MATTINA Dopo quattro ore di test in pista il migliore di tutti era stato Stefan Bradl, autore con la sua Honda di un 1:58.427, ben lontano dal crono del pomeriggio, soprattutto perché nelle prime ore vento e sabbia hanno reso la pista poco veloce. Al secondo posto si trovava Crutchlow e al terzo Michele Pirro, con la Ducati Desmosedici GP21. Seguivano Dani Pedrosa su KTM, Sylvain Guintoli con la Suzuki, Lorenzo Savadori con l'Aprilia, la seconda moto Yamaha ed Enea Bastianini, che dopo tante tribolazioni dovute a un tampone per Covid-19, era giunto stamattina in extremis a Doha per salire in sella alla sua nuova moto. Nona posizione per Takuya Tsuda con la Suzuki davanti agli altri due rookie, Jorge Martin e Luca Marini su Ducati, quest'ultimo senza tempo (ma con nove giri), così come Aleix Espargaro e la terza moto Yamaha.


Pubblicato da Simone Valtieri, 05/03/2021
Vedi anche
Logo MotorBox