Pubblicato il 02/04/2020 ore 12:25

SEI TAPPE SALTATE È ancora lui, il Coronavirus Covid-19, il killer del Motomondiale e, più in generale, dell'intero mondo, dello sport e non solo. A causa della pandemia generata dal virus, dopo essere saltati, nell'ordine, il GP del Qatar di classe MotoGP a Losail (si sono svolti gli eventi di Moto2 e Moto3 che erano già in loco prima della chiusura dei confini), il GP della Thailandia a Buriram, il GP degli USA a Austin, il GP d'Argentina a Buenos Aires e il GP di Spagna a Jerez, è la volta del GP di Francia a Le Mans, quella che doveva essere originariamente la sesta tappa del Mondiale.

COMUNICATO ''FIM, IRTA e Dorna Sports'' - si legge nel breve comunicato - ''Annunciano il posticipo del SHARK Helmets Grand Prix de France, precedentemente programmato dal 15 al 17 maggio al Circuit di Le Mans. La situazione attualmente generata dalla pandemia del coronavirus obbliga gli organizzatori a riprogrammare l’evento in un secondo momento. Lo stato attuale delle cose è in continua evoluzione, la nuova data fissata per il Gran Premio di Francia e per il Gran Premio Red Bull de España non potrà essere confermato fino a quando non si saprà con certezza quando sarà possibile svolgere gli eventi. Il nuovo calendario provvisorio verrà pubblicato appena sarà disponibile''.

MotoGP 2019

SI PARTE IN ITALIA? Allo stato attuale delle cose il primo GP ancora in programma è il Gran Premio d'Italia al Mugello, previsto per l'ultimo weekend di maggio (29-31). E nonostante l'Italia sia più avanti degli altri paesi europei nel contenimento del Covid-19, è del tutto improbabile che si riesca a ripristinare una situazione di normalità entro due mesi. Per questo motivo la gara del Mugello - dove si è corso il primo GP virtuale della storia domenica scorsa - è ancora a rischio, e così anche quelle immediatamente successive, il GP della Catalogna a Barcellona (7 giugno) e quello di Germania al Sachsenring (21 giugno). 


TAGS: motogp mugello le mans motogp francia motogp italia gp italia GP Francia MotoGP 2020 Coronavirus CoViD-19