Logo MotorBox
MotoGP 2024

MotoGP Olanda 2024, rombo Bagnaia! Pole siderale e sprint dominata ad Assen


Avatar di Simone Valtieri , il 29/06/24

3 settimane fa - Bagnaia raccoglie la prima pole del 2024 stracciando il record della pista di Assen

MotoGP Olanda 2024, la cronaca di qualifiche e gara sprint
Bagnaia raccoglie la prima pole del 2024 stracciando il record della pista di Assen, poi domina la sprint davanti a Martin e Vinales. 4° Bastianini, 5° Diggia
Benvenuto nello Speciale MOTOGP OLANDA 2024, composto da 4 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario MOTOGP OLANDA 2024 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

La pole del Gran Premio d'Olanda la raccoglie in carrozza, anzi, su un razzo supersonico, Francesco Bagnaia. Il campione del mondo, in totale confidenza con la moto e con l'asfalto olandese, fissa il nuovo record del tracciato di Assen in 1'30''540, restando ai box negli ultimi 5 minuti di prove, scegliendo di rischiare qualcosa e di concedere l'asfalto più gommato ai rivali. Ma era andato davvero troppo forte per tornare in pole dopo 9 GP di assenza dalla prima casella (mancava da Sepang). L'unico che gli si avvicina è il solito Jorge Martin, bravo a prendersi la seconda posizione a soli 8 centesimi dal fuoriclasse italiano. Terzo posto per Maverick Vinales con l'Aprilia. In seconda fila tre ottimi centauri: Alex Marquez (Ducati), Aleix Espargaro (Aprilia) e Fabio Di Giannantonio (Ducati). Solo settimo Marc Marquez, che si sdraia nel corso del suo ultimo tentativo nel tentativi di compiere un sorpasso impossibile su Espargaro, rovinando tra l'altro il giro di quest'ultimo (che, in precedenza, l'aveva stuzzicato, superandolo). Con lo spagnolo in terza fila ci saranno Franco Morbidelli (Ducati) e Brad Binder (KTM). Quarta fila, poi, per Pedro Acosta (KTM), Enea Bastianini (Ducati) e Raul Fernandez (Aprilia). Dalla Q1 erano saliti Acosta e Di Giannantonio, con tempi in linea con l'ormai vecchio record della pista siglato ieri da Bagnaia, beffando un generosissimo Fabio Quartararo con la Yamaha. Il francese aprirà la quinta fila sia domani sia nella sprint del pomeriggio, davanti a Jack Miller (KTM) e a Marco Bezzecchi (Ducati), caduto nel finale dopo essere stato costretto a cedere la sua scia a vari piloti nel corso del penultimo tentativo, conclusosi con un lungo mentre stava facendo un buon tempo. Sesta fila per Alex Rins (Yamaha), Miguel Oliveira (Aprilia) e per l'ottimo tester della casa di Noale, Lorenzo Savadori. Settima fila tutta Honda con Johann Zarco, Joan Mir e Luca Marini, mentre scatteranno in ottava e ultima fila Augusto Fernandez (KTM) e Takaaki Nakagami (Honda).

SPRINT RACE Ma i punti si assegnano alla domenica... e al sabato pomeriggio, da due anni a questa parte. E allora, per prenderne 12, Pecco Bagnaia deve essere perfetto, sopratutto con un Jorge Martin che nei primi giri lo tallona senza lasciargli spazio. A lungo andare, però, lo stato di grazia evidenziato dal campione del mondo su questa pista sin dalle libere di venerdì fa sì che il vantaggio si dilati, fino a rendersi di sicurezza. Martin può così solo pensare a limitare i danni, perdendo tre punti, e a evitare che gli torni sotto l'ottimo Vinales. Lo spagnolo ci riesce e così sul podio salgono questi tre: Bagnaia, vincitore della seconda sprint dell'anno e della quinta gara consecutiva tra lunghe e brevi, poi Martin e Vinales, per la gioia di Ducati, Ducati Pramac e Aprilia. Il quarto posto se l'aggiudica un ottimo Bastianini, che rimonta dall'11° alla 4° posizione a suon di sorpassi, lasciandosi dietro un gruppetto arrembante poi reogolato da Di Giannantonio, quinto. A punti finiscono anche Binder, Quartararo, Alex Marquez (con 3 secondi di penalità per non aver scontato un long lap penalty) e Morbidelli. Caduto rovinosamente all'ultimo giro Espargaro, mentre era sesto e cercava di non perdere il treno di Diggia, mentre nelle prime fasi di gara aveva salutato la carovana Marc Marquez, quinto al momento della caduta durante il secondo giro, quando ha preso un cordolo interno, finendo nella ghiaia esterna. Fuori dai punti Acosta, Bezzecchi e Oliveira, mentre non hanno visto la bandiera a scacchi Savadori e Rins. Nella classifica iridata Bagnaia ora vede Martin distante 15 punti, mentre si stacca dalla coppia di testa Marc Marquez, che deve preoccuparsi della risalita di Bastianini.

VEDI ANCHE



Risultati Qualifiche MotoGP Olanda 2024

Risultati Sprint MotoGP Olanda 2024


Pubblicato da Simone Valtieri, 29/06/2024
Tags
Gallery
MotoGP Olanda 2024