Logo MotorBox
MotoGP 2024

MotoGP Olanda 2024, Bagnaia: tris da favola ad Assen per pareggiare Stoner


Avatar di Simone Valtieri , il 30/06/24

1 settimana fa - Bagnaia vince ad Assen davanti a Martin e Bastianini! 23° trionfo, come Stoner

MotoGP Olanda 2024, la cronaca del gran premio al TT Assen
Bagnaia trionfa ad Assen davanti a Martin e Bastianini. Per il pilota italiano si tratta del 23° successo, tanti quanti quelli conquistati in Ducati da Stoner
Benvenuto nello Speciale MOTOGP OLANDA 2024, composto da 4 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario MOTOGP OLANDA 2024 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

Francesco Bagnaia vince, domina, trionfa e si porta a casa il terzo successo consecutivo al Gran Premio d'Olanda, nel tempio del motociclismo di Assen! Pecco sfianca Martin che prova a tenere il suo ritmo per tutta la gara ma non ne ha, e alla fine si accontenta di perdere solo 5 punti su una pista dove il suo rivale era oggettivamente imbattibile. Nella classifica iridata, infatti, ora Bagnaia ha solo 10 punti di ritardo da Martin, che comunque tiene botta e rilancia la sfida ai successivi appuntamenti. Sul podio sale un bravissimo Enea Bastianini, che con una rimonta old-style reggola un gruppetto di cagnacci composto da Marquez, Di Giannantonio e Vinales e abbandonato da Acosta all'ultimo giro, caduto. Cinquina Ducati, dunque, favorita anche da una penalità per l'Aprilia di Vinales, che ha toccato il verde all'ultima chicane. In top ten chiudono quindi Binder, Alex Marquez, Raul Fernandez e Morbidelli chiudono la top ten, mentre raccolgono punti anche Miller, Quartararo, Zarco, Augusto Fernandez e Oliveira. Non vedono il traguardo anche Bezzecchi, Rins e Mir. Con questa affermazione Bagnaia è alla terza vittoria di fila dopo Barcellona e il Mugello e soprattutto al 23° successo con Ducati, raggiugendo in vetta alla classifica di tutti i tempi Casey Stoner! Pecco cercherà il poker al Sachsenring, dove soprattutto Marquez, ma anche Martin, proveranno a rendergli la vita durissima.

AGGIORNAMENTO Marc Marquez penalizzato a fine gara e scivolato dalla 4° alla 10° posizione in classifica a causa della pressione irregolare delle gomme.

LA GARA Allo spegnimento dei semafori scatta come un razzo Pecco Bagnaia che tiene dietro Vinales e Martin, balzato dalla quinta posizione (era stato penalizzato per aver danneggiato Raul Fernandez durante le qualifiche) alla terza alla prima curva, dove cade rovinosamente Alex Rins, mentre Marc Marquez è quarto. Sin dalle prime fasi Bagnaia prova ad allungare, con Martin che passa in seconda piazza e cerca di non perdere contatto. Ottima partenza per Morbidelli, quinto dopo due giri, pessima per Di Giannantonio, da 4° a 9° dopo il via. Proprio il Morbido, però, al terzo giro va lungo (e come lui Marini) e scivola fuori dalla top ten, mentre risale benissimo Pedro Acosta, che prende la sua posizione in top 5. I primi giri ricalcano la sprint di ieri, con davanti Bagnaia che allunga su Martin e Vinales, mentre inizia la risalita di Diggia e Bastianini che scalano posizioni in top ten. Al giro 4 cade e riparte Bezzecchi, mentre il suo compagno Di Giannantonio supera Acosta ed è 5°. Vinales, intanto, rallenta e perde posizioni su Marquez e Vinales, poi Diggia approfitta di un errore di Marquez per soffiargli il podio virtuale, distante però 2,5 secondi da Martin, con il leader iridato che si danna per mantenere sotto al secondo il divario da Bagnaia.Nella fase centrale di gara i due davanti si rispondono colpo su colpo, poi, passata metà gara, il campione del mondo accelera e il gap si apre fino a quasi 2 secondi quando mancano dieci giri al termine. Dietro di loro Diggia continua a guidare un gruppetto composto da Marquez, Vinales e Acosta, al quale si aggiunge Bastianini. La Bestia ha bisogno di un paio di giri per passare Acosta e quasi perde il treno dei tre davanti ma lo riprende grazie a un Diggia un po' in sofferenza. Ma Marquez ha bisogno di rimanergli in scia e non lo attacca, perciò ci pensa Vinales che ne supera due in una volta e diventa terzo, mentre Diggia sprofonda dietro anche a Marquez e Bastianini. A 7 giri dal termine Bagnaia ha 2 secondi di margine su Martin, poi a 8 secondi dalla vetta prosegue la bagarre per il podio con tre piloti su moto italiana candidati. Diggia e Acosta, invece, si staccano un po'. Ma Bastianini tra i tre è il più in palla e all'inizio del 21° giro passa Marquez che va largo, e si ritrova in bagarre con Diggia che perde la posizione anche su Acosta, ma se la riprende subito. Per la terza piazza restano in gara Vinales e Bastianini, con Marquez che però non molla e prova a tornare sotto. All'ultima variante, a 4 giri dal termine, la Bestia passa Vinales e si prende il podio virtuale. Negli ultimi 3 giri Bagnaia allunga ancora un po' su Martin che cede e si accontenta del secondo posto. Vince super Pecco! Terzo successo consecutivo in Olanda, terzo successo consecutivo in questo mondiale! Martin secondo, per il terzo gradino Bastianini si rende irraggiungibile dagli altri mentre Marquez beffa Vinales all'ultimo passaggio, con Diggia sesto e Acosta che butta alle ortiche un buon bottino di punti e si stende. Vinales, però, viene declassato di una posizione per track limits, con Di Giannantonio che finisce così 5°. La top ten è chiusa da Binder, Alex Marquez, Raul Fernandez e Morbidelli.

Risultati Gran Premio MotoGP Olanda 2024


Pubblicato da Simone Valtieri, 30/06/2024
Tags
Gallery
MotoGP Olanda 2024