Autore:
Giorgio Sala
Pubblicato il 19/02/2020 ore 18:00

EREDE Sella bassa, parafango posteriore rotondo e serbatoio con un profilo “a goccia” sotto cui giace il muscoloso bicilindrico. Una descrizione che riprende a pieno i caratteri della nuova Harley-Davidson Low Rider S, l’ultima arrivata della famiglia Softail ed erede della leggendaria Dyna Sport. La nuova Softail di Milwauekee si presenta con un look total black, una scelta cromatica adottata anche su carter motore, coperchio della frizione, passando per il manubrio, la piastra di sterzo e i supporti del parafango.

AMERICAN MUSCLE La più grande novità di questa Harley-Davidson è il motore. Il Milwaukee-Eight 107 rimane per la versione di serie, mentre la S, come quella che ho provato, viene equipaggiata con il 114 bicilindrico a V da 1.868 cc da 93 CV e 155 Nm già disponibili a 3.000 giri/min. Il motore è collocato sotto al serbatoio da 18,5 litri e il peso è di 295 kg a secco che, con il pieno, sale a 308 kg.

Nuova Harley Davidson Low Rider S

COME VA? Accellerando apprezzo la linearità e la corposità con cui il V-Twin sprigiona potenza e coppia. Il comando del gas sembra un “dosatore di coppia”, che più apro e più mi fa sprofondare nella comoda sella. Dopo un paio di accelerate mi faccio subito coinvolgere, e capisco che sull’acceleratore dovrebbero mettere un disclaimer simile a quello sulle sigarette, con la scritta “crea dipendenza”. Il borbottio del motore è tipicamente Harley, ma è affievolito da uno scarico che rispetta le norme Euro4. 


TAGS: harley davidson Nuova Harley Davidson Low Rider S Harley Davidson Low Rider S video prova