Pneumatici:

Dunlop GPRacer D211


Avatar Redazionale , il 30/12/09

11 anni fa - Il marchio inglese alza il tiro nel segmento dei pneumatici moto ad alte prestazioni. Dopo essere stato sperimentato in un anno di competizioni ad ogni livello il D211 GPRacer è disponibile anche per gli appassionati.

Il marchio inglese alza il tiro nel segmento dei pneumatici moto ad alte prestazioni. Dopo essere stato sperimentato in un anno di competizioni ad ogni livello il D211 GPRacer è disponibile anche per gli appassionati.

Benvenuto nello Speciale UNA PER TUTTE: STAGE4 METZELER K-CUP, composto da 12 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario UNA PER TUTTE: STAGE4 METZELER K-CUP qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LOTTA AL TOP È lotta serratissima nel segmento degli pneumatici ad alte prestazioni, un segmento che si evolve di continuo anche per "star dietro" alle prestazioni sempre crescenti delle moderne maxi sportive. Sono del resto questi i prodotti che, per primi, beneficiano delle evoluzioni tecniche, e chimiche, studiate per le competizioni. Dunlop in questo segmento era ben rappresentata dal D 209 ma da oltre un anno sta sviluppando direttamente nelle competizioni il nuovo D211 Gp Racer.

SPERIMENTATO IN GARA Una sperimentazione vincente, giacché il D211 si è imposto in vari campionati (CIV compreso) sin dal debutto. Insomma il GP Racer pare essere il classico progetto "nato bene" e adesso arriva anche dai gommisti per poter essere montato sulle moto degli appassionati.


MULTIMESCOLA Ovviamente questa nuova gomma porta in dote tutte le tecnologie che appartengono al marchio inglese ormai da parecchi anni. Così, anche il D211 è un pneumatico multimescola. Tecnologie come il battistrada multimescola, la costruzione Jointless Belt (JLB) che presenta una cintura continua senza giunte studiata per il comfort e la stabilità alle alte velocità e il la costruzione NTEC, nata prima sulle gomme slick e poi estesa anche a questo modello "scolpito". La carcassa prevede la sovrapposizione della struttura radiale con cinture in nylon e un battistrada con fibre in aramide in avvolgimento continuo per eliminare l'aumento della circonferenza del pneumatico a causa della centrifuga ad altissima velocità.

PRESSIONI ULTRA BASSE Questo consente di avere una carcassa extra rigida e di utilizzare pressioni "estreme" e sicuramente fuori dalla norma per chi è abituato al classico 1.9/2.1. Con le Dunlop è un'altra storia, l'anteriore va tenuto sempre piuttosto alto di pressione (2.4 a caldo) mentre il posteriore scende addirittura a 1.4 bar dopo riscaldamento in termocoperta. Pressioni consigliate dalla stessa Dunlop che non manca di appendere grossi cartelli sul suo camion assistenza in gara. Detto questo le GP Racer sono gomme facili che non richiedono assetti stravolti per rendere al meglio sulla nostra BMW non sono state necessarie modifiche particolari se non quelle per adattare l'assetto alla pista.

TRE MESCOLE Tre sono le mescole disponibili per il D211, la Soft (S) è stata sviluppata per ottenere massime prestazioni su una distanza di 20-25 giri; la mescola Media (M) è ottimizzata per una percorrenza di 35-40 giri; la Endurance (E) per 65-70 giri, ideale quindi per gli appassionati che girano durante i Track Days.

Il GP Racer è stato testato su circuiti come Phillip Island, Magny Cours e Jerez per trovare mescole che si adattassero a asfalti differenti.

Il GP Racer D211 sarà disponibile nelle versioni slick e intagliate, nelle seguenti dimensioni e mescole:
120/70 ZR 17 Morbida, Media, Endurance
160/60 ZR 17 Endurance
180/55 ZR17 Morbida, Media, Endurance
190/55 ZR17 Morbida, Media, Endurance


Pubblicato da , 30/12/2009
Gallery
Una per tutte: Stage4 Metzeler K-Cup
Logo MotorBox