Autore:
Danilo Chissalè

PUZZLE INFINITO Dagli USA ne sono certi: due nuove Scrambler in arrivo nella lineup del 2020. L’indizio è quasi una prova schiacciante dato che si tratta dei documenti dell’EPA (United States Enviromental Protection Agency). Tra i modelli omologati per il prossimo anno spuntano anche due nuove versioni: la Scrambler 1100 Pro e la Sport Pro.

TASSELLO? Come sarà questa nuova Scrambler? La risposta, stavolta, è più semplice del previsto. La gamma Scrambler 1100 offre già un’ampia scelta con le versioni base, la ricercata Special e la sportiva Sport. Il tassello mancante è, scusate il gioco di parole, proprio il tassello: una Desert Sled 1100, in due versioni.

Ducati Scrambler 1100 Special

LA TECNICA Sul piano tecnico le due nuove Scrambler saranno molto simili alle versioni già a listino: telaio a traliccio in tubi accoppiato all’immancabile motore Desmo raffreddato ad aria da 1.079 cc in grado di sviluppare 86 cv, traction control e ABS di tipo Cornering.

COME GLI INGLESI Le due versioni potrebbero differenziarsi nel comparto sospensioni - con la Sport Pro dotata di sospensioni Öhlins dall’escursione maggiorata - e nell’elettronica, che potrebbe adottare livelli d’intervento più sofisticati per l’ABS e il Traction Control nella “top di gamma”. Se così fosse, la strategia sarebbe molto simile a quella adottata da Triumph con la sua Scrambler 1200, con la XC adatta a un pubblico più ampio e la XE pensata per chi l’enduro vuol farlo per davvero.

QUANDO Per ora, le nuove Scrambler 1100 non sono ancora state avvistate su strada, al contrario delle altre novità 2020 della Casa di Borgo Panigale Streetfighter V4, Panigale 959 e Multistrada V4; la data della loro apparizione al pubblico potrebbe essere dunque quella del 23 ottobre in occasione della Ducati World Premiere a Misano per poi far bella mostra di se durante EICMA 2019.

 


TAGS: