Ducati Scrambler By Lussiati: foto, scheda tecnica, modifiche
Novità moto

Ducati Scrambler: la special da Regolarità by Lussiati


Avatar di Danilo Chissalé , il 13/08/19

2 anni fa - Ducati Scrambler: il preparatore Lussiati e la sua Scrambler anni '70

Ducati Scrambler by Lussiati: meno peso, più potenza e dotazione da enduro retrò. Il look è quello delle regolarità anni 70

BACK TO THE ‘70 La Ducati Scrambler piace, e non poco essendo tra le moto più vendute di Borgo Panigale. Merito della sua semplicità meccanica, della facilità di guida e anche del suo stile. Proprio quest’ultimo punto però fa storcere il naso ai vecchi possessori di Ducati Scrambler: la versione del nuovo millennio è troppo moderna. Preferirebbero una Scrambler più fedeli a quelli che erano i canoni dell’epoca, magari ispirate al fenomeno di allora, le moto da regolarità. Il preparatore Lussiati sembra aver trovato la soluzione a tutti i problemi con la sua Ducati Scrambler Emblem.

RICERCATA A primo impatto sembra di essere davanti a una moto dell’epoca piuttosto che alla reinterpretazione di una moto del 21° secolo. Merito della sapiente cura dei dettagli e di alcune modifiche davvero azzeccate, anche a livello cromatico. Ad esempio il telaietto reggi-sella è stato sostituito con uno dalle forme più semplici e caratterizzato da una diversa inclinazione, mentre il serbatoio del carburante riprende le forme di quello originale ma è stato dotato di una nuova grafica riportante il nome della moto.

VEDI ANCHE


Ducati Scrambler serbatoio Ducati Scrambler serbatoio

ENDURO VERA La Scrambler Emblem di Lussiati però non è solo apparenza. Il lavoro sulla Ducati è sto effettuato allo scopo di aver una moto sì bella ma anche efficace nel fuoristrada.  Il telaio originale è stato rinforzato con un’aggiunta tubolare; il forcellone originale e il sistema ammortizzante laterale sono stati rimpiazzati da un forcellone con capriata e sistema cantilever, accoppiato con un ammortizzatore Ohlins, con un’escursione di 210 mm. Nuovi anche i supporti per le pedane, fissati sia al motore che al telaio, così da rendere l’insieme più rigido e robusto. Inedita è anche la forcella, infatti al posto dell’originale a steli rovesciati troviamo una Showa con steli tradizionali da 49 mm ai cui piedi lavora un disco Braking morso da una pinza a 4 pistoncini.

SINUOSO Tra tutte le ricercatezze di questa special l’impianto di scarico è senza dubbio il componente che ruba l’occhio. Il giro complesso dei tubi e la sapiente lavorazione dei materiali lasciano a bocca aperta. Bella e prestazionale la Emblem: grazie allo scarico e ad alcune modifiche alla centralina incrementano i cavalli, ora 76 CV alla ruota, contro i 67 CV dichiarati dal modello di serie. Le modifiche apportate da Lussiati hanno permesso anche il risparmio di qualche kg sulla bilancia: 160 (non propriamente in o.d.m) contro i 179 del modello originale.


Pubblicato da Danilo Chissalè, 13/08/2019
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox