LA CORNICE IDEALE Il Concorso d'Eleganza Villa d’Este è uno degli eventi più attesi dell’anno per gli amanti dell’estetica, delle due e quattro ruote che hanno fatto storia ma anche per gli appassionati di BMW. La Casa Bavarese, da ormai qualche anno, sfrutta la cornice di Villa d’Este per presentare al pubblico dei concept che di frequente si trasformano in moto di serie a stretto giro. Lo scorso weekend è toccato alla R18 Concept: un’elegantissima cruiser spinta dal nuovo motore boxer da 1.800 cc.

RETRÒ Tra le moto d’epoca esposte in attesa di premio la R18 concept si mimetizzava camaleonticamente con il suo look chiaramente ispirato alle iconiche antenate come la R5. A differenziarla la tecnologia a LED utilizzata per il faro anteriore e le dimensioni extra large del bicilindrico boxer. "Con un’evidente estetica minimalista, la Concept R18 incarna, a mio avviso, l’essenza del motociclismo. Si tratta di sentire invece di pensare, di non usare la tecnologia per una mera rappresentazione della stessa ma di dare spazio all'immaginazione. Questa concept bike richiama un istinto profondo: viene solamente voglia di salire in sella e partire. Quando si scende invece non si riesce semplicemente a metterla in garage e ad andarsene, è troppo forte la voglia di girarsi e darle un ultimo sguardo d'addio", spiega Edgar Heinrich, Responsabile del Design di BMW Motorrad.

BMW R18 Concept: foto

IL MOTORE Design a parte, che si sa, spesso viene sacrificato sull’altare della concretezza, l’attenzione è stata catturata dall’attesissimo motore bicilindrico boxer da 1.800 cc con raffreddamento aria/olio. Alcuni dettagli come il blocco motore e la trasmissione in alluminio con microsfere di vetro e l’albero di trasmissione cromato a vista sono soluzioni che probabilmente non troveremo sul modello di serie ma è interessante come i tecnici bavaresi abbiano reso moderno ed ecologico (il nuovo motore sarà sicuramente in linea con le norme antinquinamento Euro5) un motore non raffreddato a liquido. Quella di Villa d’Este non è una prima assoluta per il propulsore, già protagonista nel concept Revival Birdcage di cui vi abbiamo parlato poche settimane fa.

COME E QUANDO La R18, al pari delle altre concept realizzate attorno al bicilindrico boxer, preannuncia la volontà di BMW di entrare nel segmento delle cruiser con una proposta che si differenzia dalle ultime realizzazioni bavaresi. La tempistica non è ancora certa ma potremmo vedere la versione definitiva già a EICMA 2019. Quanto si differenzierà dal concept? Le dichiarazioni dei rappresentanti BMW non lasciano spazio ad interpretazioni: la versione definitiva della R18 rimarrà una moto essenziale e piacevole da guidare. Difficile dunque pare l’utilizzo del display TFT Connettivity, al suo posto potremmo vedere una strumentazione mista analogica/digitale. Anche la sezione che integra la sella potrebbe essere modificata con una seduta meno scenografica e più confortevole, magari accoppiata ad uno strapuntino per ospitare il passeggero, attualmente relegato al divano di casa sulla versione prototipo. Il resto ci piace tanto così… Speriamo che non manchi l’audacia per riproporlo sul modello di serie.

 

 

 

 


TAGS: bmw r18 bmw r18 concept bmw r18 prezzo bmw r1800c