Autore:
Dario Paolo Botta

ELEGANZA ALLO STATO PURO Si apre oggi venerdì 24 maggio 2019 il celebre Concorso d’eleganza Villa d’Este, vetrina unica nella quale è possibile ammirare pezzi unici e vere proprie icone della storia dell’auto. L’esibizione allestita presso il fastoso Gran Hotel di Cernobbio, conta tre diverse categorie espositive: vetture storiche, motociclette e concept car/prototipi. Si tratta di un’occasione imperdibile, certamente sui generis, visto che l’atmosfera di autentica aristocrazia si discosta profondamente dal tono commerciale delle altre mostre automobilistiche. Seguiteci dunque in questo viaggio all’insegna del lusso e del prestigio. Vi accompagneremo alla scoperta delle vetture più iconiche, costose ed eleganti che si possono incontrare fra magnifici giardinetti sulle rive del lago Como.

BUGATTI LA VOITURE NOIRE La Bugatti la Voiture Noire, un mostro da 1.500 CV di potenza e dal prezzo astronomico di 11 milioni di euro. Le sue linee aggressive e spigolose si ispirano al design della Bugatti Tipo 57 SC Atlantic del 1938. Un vero pezzo da collezione spinto da un propulsore 8 litri 16 cilindri da 1.600 Nm di coppia. La Bugatti la Voiture Noire è sfrontata all’inverosimile, sotto qualsiasi punto di vista la si osservi. Una vettura più unica che rara, fatta apposta per pochi eletti.

ARES DESIGN PANTHER PROGETTOUNO La Panther ProgettoUno della modenese Ares Design è una vettura appariscente e voluminosa che si ispira al design della storica De Tomaso Pantera. Ares Design anticipa il ritorno dello storico marchio fondato dall’argentino Alejandro De Tomaso, con una concept car sviluppata sul telaio della Lamborghini Huracàn. Si tratta di un’auto realizzata su misura, spinta da un motore 5 litri V10 da 650 CV e 600 Nm di coppia, che raggiunge una velocità di punta di 325 km/h.

TOURING SCIÁDIPERSIA CABRIOLET Una Cabriolet può far letteralmente impazzire, bhe se siete quel tipo di persona tenetevi alla larga dalla Touring Sciàdipersia Cabriolet. Si tratta della sintesi perfetta fra sportività e lusso. Realizzata con tecniche artigianali da una carrozzeria alle porte di Milano, la Touring Sciàdipersia Cabriolet nasce sulla base della Maserati GranCabrio. Il dinamismo affascinante di questa vettura superleggera rievoca la rapidità del dardo, e in effetti la velocità non manca, grazie anche ad una perfetta distribuzione dei pesi. Rimangono inalterati meccanica ed elettronica della vettura d’origine, come del resto il glorioso V8 aspirato da 460 CV.

PEUGEOT E-LEGEND La Peugeot e-Legend è il capolavoro assoluto della casa del leoncino, una vettura che unisce la delicatezza in stile retrò e la sportività delle moderne coupé. Il disegno vintage richiama le forme della 504, è una vettura futuristica ma allo stesso tempo classica. Sotto il cofano batte un cuore elettrico, un propulsore da 100 kWh dallo scatto fulmineo, 0-100 km/h in meno di 4 secondi. L’autonomia è di 600 km, e 500 di essi si recuperano con meno di 30 minuti di ricarica. Le prestazioni sono da urlo 463 CV e 800 Nm di coppia, non sorprende che tutti la vogliano. Una petizione, sottoscritta da più di 50.000 appassionati, ha chiesto che venga prodotta una versione stradale.

AUSTRO-DAIMLER BERGMEISTER ADR 640 SHOOTING GRAND Per finire un modello avvolto dal mistero. Parliamo della Austro Daimler Bergmeister ADR 640 Shooting Grand, che verrà presentata proprio domani, durante il corso della kermesse lariana. La vettura (intravista in alcune immagini diffuse dal produttore) ha un che di antico, un gusto iconico che rievoca il passato. In effetti l’ultimo modello di Austro Daimler venne prodotto nel lontano 1934. Dalle immagini (poche) diffuse dagli organizzatori possiamo intendere che si tratterà di una coupé sinuosa, protesa verso il retrotreno. Progettata da Ideenion Design è nata dalla penna di Roland Stagl e Lorenz Löw, del motore sappiamo soltanto che si tratterà di un 6 cilindri. È una delle vetture più attese dell’intero concorso.

TRIONFO DEL BISCIONE La casa di Arese conquista Villa d’Este aggiudicandosi la Coppa d’Oro nella categoria auto storiche. La trionfatrice è dunque l’Alfa Romeo 8C 2900 B Touring 1937, che si porta a caso il titolo di “auto più bella del mondo”, strappando il voto del pubblico, rimasto stregato dalle forme eleganti e delicate della coupé del Biscione. Parliamo di un vero pezzo da collezione, presentata per la prima volta nel 1937 a Milano e a Parigi e lanciata durante il Salone di Berlino l’anno seguente, l’Alfa Romeo 8C 2900 B, monta un motore 8 cilindri da 2905 cc, in grado di sviluppare una potenza di 180 CV a 5.200 giri/min. Non si tratta del primo successo per questa berlinetta, di proprietà del facoltoso collezionista statunitense David Sydorick. Lo scorso anno la 8C 2900 B allestita dalla Carrozzeria Touring si è infatti aggiudicata il titolo di Best of Show al Concorso di Pebble Beach in California. Lunghissimo il palmarès di questo gioiellino, già premiata nel 1990, dopo gli interventi di ripristino e restauro del corpo vettura, come Most Elegant Closed Car. Vi starete a questo punto domandando il prezzo di questo capolavoro su ruote…ovviamente si tratta di una cifra astronomica, a un’asta a Parigi lo scorso febbraio l’Alfa 8C 2900B Touring è stata infatti battuta per 16.745.000 euro.


TAGS: villa d'este concorso d'eleganza villa d'este Touring Sciadipersia peugeot e-legend concept bugatti voiture noire