Pubblicato il 07/05/20

SÌ VIAGGIARE Come intonava il celebre Lucio Battisti, lo sguardo degli italiani inizia a puntare verso le vacanze estive 2020. la pandemia sta riprogrammando tutto ma, se saremo attenti nel rispettare le regole, forse le ferie quest'anno non saranno poi così male. È altamente improbabile che la Fase 3 dell'emergenza Coronavirus si apra già prima dell'estate, ecco dunque una guida pratica alle vacanze in auto, nell'osservanza delle norme dei decreti relativi a Covid-19 Fase 2.

AUTO VS AEREO

Allo stato attuale, l'ipotesi che quest'estate si possa pianificare un viaggio in aereo appare remota. Ma nel caso la possibilità ci fosse, è una buona opzione? L'aereo è ancora più sicuro dell'auto? Quanto a probabilità di fare un incidente sì, ma con il Coronavirus le cose cambiano. L'isolamento delle 4 ruote riduce i rischi di contagio. Non dimentichiamo però che, almeno per il momento, ci sono delle precise regole per gli spostamenti e che anche in auto si deve mantenere il distanziamento sociale.

DOVE POTREMO ANDARE

Per parlare di spostamenti ricreativi - salvo provvedimenti a livello locale - dovremo aspettare aggiornamenti dal Governo, che certamente arriveranno all'approssimarsi dell'estate. Al momento, lo ricordiamo, è lecito muoversi all’interno di una stessa Regione esclusivamente per motivi di lavoro, salute, necessità, oppure per fare visita a parenti e congiunti (fidanzati ''stabili'' inclusi), sempre muniti di apposita autocertificazione (qui il link per scaricare il modello dal sito internet del Ministero dell'Interno). Gli spostamenti fuori Regione sono invece consentiti solo per motivi di lavoro, di salute, di urgenza e per il rientro presso propria abitazione.

In auto verso le vacanze

QUANTI IN AUTO?

Nel momento in cui scriviamo, le regole prevedono che a bordo dell'auto possano stare, senza restrizioni, solo persone conviventi. Chi non è convivente è tenuto al rispetto della distanza di sicurezza e a indossare la mascherina protettiva. Bene per le famiglie, male per le coppiette e i gruppi di amici, insomma.

COSA PORTARE IN AUTO

Per effettuare un lungo viaggio ed evitare di fare più soste del necessario - visto che gli autogrill potrebbero essere meno accessibili del solito, costretti anche loro a garantire il distanziamento sociale - potrebbe essere intelligente portare bevande e cibo da consumare in macchina, o comunque in aree di sosta attrezzate: senza il bisogno di acquistare nelle aree di servizio. Oltre a ciò, naturalmente, mascherine, guanti e disinfettante per tutti, per igienizzarsi dopo il contatto con manichette del carburante e tastiere del bancomat.

IL PREZZO DEI CARBURANTI

Le vacanze di quest'anno forse non saranno le più spensierate della vostra vita, è comprensibile. Ma una buona notizia ci potrebbe essere. Potremmo risparmiere un po' di soldi per via dei prezzi di benzina e gasolio in ribasso. Se rimanessero ai livelli attuali, con un prezzo medio di 1.40 euro per la benzina e 1.30 per il gasolio, i nostri pieni costerebbero un po' meno rispetto a prima (mediamente a febbraio eravamo a +0,15 euro/litro). Comunque non facciamoci illusioni: è impossibile che il prezzo della benzina scenda ulteriormente a causa delle accise, mentre è molto probabile che, con la ripartenza delle attività e dei trasporti, torni presto a salire.

LA MANUTENZIONE DELL'AUTO

Visto il lungo stop a cui sono state sottoposte le nostre auto, sarà bene avere qualche accortezza in più prima di affrontare un lungo viaggio. O quantomento non derogare sui controlli fondamentali che sempre dovremmo fare, ma che spesso dimentichiamo a bella posta. Oltre alla solita occhiata ai livelli di olio, liquido di raffreddamento e liquido tergicristalli, tenete presente che a soffrire di più in questi mesi di fermo sono la batteria e le gomme.

Auto in quarantena? Come fare la manutenzione delle gomme

VERIFICATE LO STATO DELLA BATTERIA

La batteria, anche se l'auto parte, potrebbe aver perso parte definitivamente della propria capacità e cedere definitivamente entro breve: se non avete seguito i nostri consuigli su come mantenerla carica o sull'uso di un mantenitore di carica, un'ispezione dall'elettrauto potrebbe essere una saggia decisione (ed ecco cosa fare se, scarica, dovete avviare l'auto coi cavi).

CONTROLLATE LE GOMME

Le gomme potrebbero aver perso pressione ed essersi leggermente deformate per lo schiacciamento durante la sosta (qui 5 consigli sulla manutenzione degli pneumatici), dunque è fondamentale ripristinarne il corretto gonfiaggio. La misura si fa a freddo, cioè prima che si scaldino per aver percorso molta strada e dopo aver fatto riposare l'auto con tutte e 4 le gomme all'ombra per pareggiare gli effetti dell'esposizione al sole: responsabile dell'innalzamento della pressione delle gomme esposte. E, se non l'avete già fatto, non dimenticatevi della sostituzione delle gomme invernali con quelle estive: la cui scadenza di legge è prorogata al 15 giugno.

IGIENIZZATE L'AUTO

Ultima raccomandazione, ma non certo per importanza, non dimenticate la pulizia: secondo un'indagine un terzo degli automobilisti pulisce l'interno della macchina solo una volta l'anno. Il risultato è che il volante è quattro volte più sporco di un bagno. Se l'auto è ferma da molto tempo ci sono buone speranze che eventuali contaminazioni da Covid-19 siano ormai inerti, ma nell'epoca della pandemia sanificare il veicolo prima di passarci molte ore sembra comunque opportuno. Quindi, prima di mettervi in viaggio, e magari dopo il rientro, abbiate almeno l'accortezza di disinfettare le superfici di contatto. Se poi avete ospitato in auto altre persone, magari non troppo ligie alle regole sulla mascherina, e volete fare un lavoro più accurato, ecco i nostri consigli su come igienizzare l'auto dal Coronavirus.


TAGS: vacanze estive Coronavirus covid 19 fase 2 vacanze 2020 fase 3