Pubblicato il 02/04/20

AUTO O MOTO AI BOX? ABBI CURA DEI PNEUMATICI

Il Coronavirus ha costretto tutti, chi più chi meno, a lasciare i nostri mezzi ai box. Così, mentre c'è chi utilizza ancora l'auto, la moto o lo scooter per lavoro o impellenti necessità (ricordate il modulo dell'autocertificazione), molti altri hanno abbandonato il proprio veicolo in balia degli eventi ormai da giorni, se non settimane. Una sosta doverosa e obbligata, ma che rischia di avere ripercussioni sui nostri mezzi. Ecco che, se vi abbiamo indicato come far ripartire l'auto con i cavi o come staccare la batteria, oggi, con l'aiuto di Falken, vi diamo qualche consiglio per mantenere in salute gli pneumatici. Ah, dimenticavamo: se siete rimasti con la batteria a terra, potete sempre dare un'occhiata all'articolo del nostro Danilo su come fare ripartire la moto a spinta. Trovate invece tutto quello che c'è da sapere sul cambio delle gomme invernali con quelle estive qui.

CONTROLLARE IL BATTISTRADA

Se avete l'auto nel box questo può essere il momento per... passare un po' di tempo con voi stessi e verificare lo stato degli pneumatici: l'usura del battistrada, eventuali tagli o rigonfiamenti, chiodi o viti conficcate nel battistrada. Nel malcapitato caso in cui abbiate qualche corpo estraneo nella gomma, rimuovetelo solo se avete a disposizione un kit di riparazione, in caso contrario lasciatelo così com'è (se ne occuperà il gommista a tempo debito). I tappi delle valvole sono tutti al loro posto? In caso contrario, fate in modo di ripristinarli: i tappi servono per impedire a sporco ed umidità di entrare nella valvola.

MISURARE LA PRESSIONE

È uno degli aspetti più importanti, ma anche maggiormente sottovalutati. Avere uno pneumatico in buone condizioni, ma tenerlo gonfiato a 1 bar ne pregiudicherà le performance (quindi la sicurezza) e la durata. Ecco perché, soprattutto quando l'auto sta ferma a lungo, sarebbe importante alzare di circa 1 bar (15 psi) la pressione degli pneumatici rispetto allo standard, passando dai canonici 2,0-2,5 a 3,0-3,5 bar. Ricordate poi di ricontrollare la pressione delle gomme quando riprenderete l'auto.

TENERLI AL FRESCO

Se ne avete la possibilità, meglio mettere l'auto in garage, naturalmente. Meno esposizione diretta ai raggi del sole, quindi anche temperature più basse aiuteranno a proteggere gli pneumatici. Chi non ha a disposizione il box, può comunque coprirla con un telo o, in alternativa, con le apposite protezioni per gomme in alluminio riflettente.

SOLLEVARE L'AUTO

Chi ha un garage può anche pensare di sollevare l'auto da terra durante il lungo inutilizzo. In questo modo eviterete che le gomme tocchino il terreno, evitando un prolungato contatto tra la solita porzione di gomma e il pavimento. Anche chi non disponesse del box può correre ai ripari con i tyre trainers, che permettono alla gomma di essere sostenuta su tutta la parte inferiore, invece di gravare su pochi cm di appoggio ed evitando così il rischio di appiattirla.

LA SICUREZZA: PRIMA VOI, POI LE GOMME

Visto il delicato periodo in cui ci troviamo, ci fa piacere fare un'ultima considerazione. Le gomme sono un importantissimo componente dei nostri veicoli ed influenzano direttamente la sicurezza dei nostri spostamenti, ma ora è più importante stare a casa. Preoccupatevi dei vostri pneumatici solo se siete in grado di rispettare le norme del decreto, mantenendo la distanza dagli altri ed evitando assembramenti (non vuoi mai che a causa nostra le vie si riempiano di persone che controllano le gomme!). I nostri consigli saranno validi sempre, anche quando sarà andato tutto bene.


TAGS: gomme pneumatici manutenzione auto