Nuova Audi Skysphere: il concept elettrico svelato in America
Concept Car

Audi Skysphere: svelato il rivoluzionario concept elettrico


Avatar di Alessandro Perelli , il 11/08/21

1 mese fa - Audi lancia un rivoluzionario concept elettrico a lunghezza variabile

La Casa di Ingolstadt presenta una roadster con motore elettrico da oltre 630 Cv, passo allungabile, design e soluzioni tecnologiche all'avanguardia

DEBUTTO AMERICANO PER IL PRIMO DEI TRE CONCEPT Come promesso da Audi, in occasione della Monterey Car Week che si svolgerà fino al 15 agosto prossimo, ecco svelato il primo dei tre prototipi della famiglia Sphere. Si tratta di Skysphere, una spettacolare roadster che ridefinisce il concetto di lusso e piacere di guida offerti da un'automobile elettrica attraverso il coinvolgimento dei passeggeri a 360°. La e-roadster è stata creata nell'Audi Design Studio a Malibu, da Gael Buzyn e dal suo team. Le dimensioni, dettagli come le porte incernierate posteriormente e lo spirito che incarna, traggono ispirazione dalla Horch 853 degli anni ’30, ma rielaborando il design in maniera futuristica e introducendo dettagli di stile che saranno applicati ai futuri modelli Audi.

Audi Skysphere: design e soluzioni tecnologiche che guardano al futuro Audi Skysphere: design e soluzioni tecnologiche che guardano al futuro

CONCEPT CHE ANTICIPA IL FUTURO DI INGOLSTADT Ma conosciamo la Skysphere più in dettaglio. Il concept a zero emissioni è una due posti dal design impressionante e con un passo allungabile, che ha la capacità di trasformare l’auto, premendo semplicemente un pulsante, da super confortevole GT a guida autonoma a sportiva di lusso, che strizza l’occhio alle prestazioni. La calandra singleframe si è evoluta in un pannello illuminato da LED e completamente coperto. Il profilo dell’auto è muscoloso con parafanghi pronunciati che corrono sopra ruote a raggi da ben 23” di diametro, ispirate a quelle dell’antenata Horch e studiate apposta per garantire il corretto raffreddamento del sistema di frenata rigenerativa. Il parabrezza inclinato e gli archi protettivi dietro ai poggiatesta sono le estremità di un abitacolo spazioso per i due passeggeri e consentono di ottenere una zona all’aperto, ma che può essere chiusa da una capote. Infine, in coda troviamo un pannello di vetro che cela il vano bagagli, mentre i LED nella porzione concava, appena sotto, rispecchiano l'estremità anteriore. Il video ci spiega meglio delle parole come è fatto questo concept, vediamolo insieme.

VEDI ANCHE



TECNOLOGIA MECCANICA ALLO STATO PURO Tuttavia, il vero effetto wow è giustificato dalla possibilità di modificare le dimensioni dell’auto, con parte della carrozzeria che scorre in avanti o indietro. Ciò consente al passo di crescere di 250 mm e la lunghezza da 4,94 metri della modalità “Sport” a 5,19 metri della modalità “GT”. La larghezza è di ben 2 metri, l’altezza arriva a 1,23 metri e il peso è di circa 1.800 kg. Però, modificare la distanza tra le ruote non influisce solo sulle proporzioni ma soprattutto sulle caratteristiche di guida, che possono trasformarsi da energica sportiva di razza quando si scelgono le misure più compatte, a lussuosa e confortevole granturismo selezionando la massima estensione della carrozzeria.

Audi Skysphere: roadster elettrica con lunghezza variabile Audi Skysphere: roadster elettrica con lunghezza variabile

POWETRAIN DA OLTRE 630 CV La e-roadster Skysphere è equipaggiata con un motore elettrico posizionato nell'asse posteriore, che scarica sulle ruote 465 kW/632 CV e 750 Nm di coppia, consentendo un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 4 secondi. La batteria è alloggiata dietro l’abitacolo e ha una capacità di circa 80 kWh, ma dei moduli aggiuntivi nel tunnel centrale possono incrementare l'autonomia a oltre 500 km nel ciclo combinato WLTP. La Skysphere utilizza l'ultima versione delle sospensioni pneumatiche adattive di Audi che possono abbassare l'auto di 10 mm e modificare le caratteristiche di maneggevolezza. In più troviamo l’asse posteriore sterzante e un servosterzo elettrico completamente personalizzabile.

Audi Skysphere: senza il tetto in tela per la versione roadster a cielo aperto Audi Skysphere: senza il tetto in tela per la versione roadster a cielo aperto

CONNETTIVITÀ SENZA PRECEDENTI Come ci si aspetta da un concept di tale portata, l’abitacolo della Skysphere offre due differenti configurazioni. Nella modalità a passo lungo, non ci sono volante e pedali, ma un display per l’infotainment largo 1,42 cm che copre l'intera plancia. La guida è completamente autonoma e i passeggeri disporranno della connessione al web, potranno partecipare a videoconferenze e guardare film. Ovviamente spariscono i pulsanti fisici, ma tutte le funzioni sono a portata di polpastrello tramite superfici sensibili al tocco. Al contrario, nella modalità Sport a passo corto, appaiono il volante e i pedali, con una parte del cruscotto che si sposta verso il guidatore insieme alla console centrale. Restano sedili confortevoli, tappezzeria in microfibra ecologica/pelle sintetica e finiture in legno pregiato.

Audi Skysphere: l'abitacolo in configurazione GT con guida autonoma di livello 4 Audi Skysphere: l'abitacolo in configurazione GT con guida autonoma di livello 4

PER ADESSO RESTA UNA VISIONE Skysphere, come gli altri concept della famiglia, Grandsphere e Urbansphere rimarranno allo stato prototipale visto che le soluzioni che portano sono ancora troppo evolute per raggiungere la produzione nei prossimi anni. Un portavoce di Audi ha dichiarato “Mai dire mai, ma per ora Skysphere è solo un concept per visualizzare i due diversi caratteri dell'auto”. Tuttavia, non è escluso che alcune soluzioni, non solo di design, potranno essere a bordo di modelli Audi in futuro.


Pubblicato da Alessandro Perelli, 11/08/2021

Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox