Autore:
Andrea Minerva

CONCENTRATI SUL RALLY DI TURCHIA E’ proprio così. Il Citroen Total World Rally Team non ha tempo da perdere e dopo l’esito obiettivamente non esaltante del Rally di Germania si è già rimesso al lavoro per tornare a lottare per il podio e per la vittoria in occasione della prossima gara che sarà appunto il Rally di Turchia, in programma dal 12 al 15 settembre. Ma riavvolgiamo solo per un attimo il nastro della memoria per provare a capire che cosa ha impedito a Citroen Racing di ottenere risultati positivi sull’asfalto tedesco; Sébastien Ogier ed Esapekka Lappi non sono infatti andati al di là della settima e della ottava posizione, anche se le loro prestazioni, quella di Ogier in particolare, sono state segnate anche da episodi sfortunati. Ad ogni modo la Citroen C3 Wrc Plus aveva manifestato immediatamente un preoccupante sottosterzo che aveva da subito impedito ad Ogier di lottare per la vittoria. Il sei volte campione del mondo ha cercato in ogni caso di attaccare per salire sul podio ma ad un certo punto si è messa di mezzo pure la sfortuna, con due forature, la prima delle quali “lenta”, nel corso dei due passaggi della giustamente temuta prova “Panzerplatte”. Questi episodi sono costati a Ogier e Ingrassia un ritardo di ben un minuto e mezzo. Il settimo posto finale e il punto supplementare guadagnato al termine della Power Stage, hanno comunque consentito al campione francese di installarsi al terzo posto della classifica di campionato.

FORZA DI VOLONTA’ E’ proprio quella che hanno messo in campo Esapekka Lappi e Janne Ferm, che nonostante abbiano terminato il Rally di Germania all’ottavo posto assoluto, sono stati comunque autori di una prova grintosa e determinata, anche se penalizzata, come nel caso di Ogier, da un set up della Citroen C3 Wrc Plus rivelatosi non ottimale. A metà della prima giornata, Lappi si trovava a soli 7 secondi e 3 decimi dalla quarta posizione, ma un testacoda nel corso della quinta prova speciale gli faceva perdere il contatto con il gruppo dei migliori. Lappi e Ferm non si sono comunque dati per vinti e nella successiva giornata di sabato hanno fatto registrare due migliori tempi, rispettivamente nelle prove numero 9 e 11, evidenziando i progressi ottenuti effettuando nuove regolazioni sulla C3 Wrc. Ora, come sempre, vi proponiamo le dichiarazioni raccolte al termine del Rally di Germania dei piloti Sébastien Ogier ed Esapekka Lappi e di Pierre Budar, direttore sportivo di Citroen Racing.

Sébastien Ogier, Pilota del Citroën Total WRT

«Ovviamente non è la gara che speravamo: ce l'ho messa tutta, attaccando spesso al massimo, ma non è bastato. I tempi non c'erano e le forature poi certamente non ci hanno aiutato. Speriamo di ribaltare la tendenza: purtroppo la situazione nel campionato non va nella direzione giusta, ma continuerò a battermi come ho sempre fatto.»

Esapekka Lappi, Pilota del Citroën Total WRT

«È stato un weekend molto difficile per noi. Abbiamo avuto difficoltà a trovare il feeling con la vettura e la velocità per combattere con i leader. Siamo comunque riusciti a compiere qualche piccolo passo avanti durante le speciali, ma dobbiamo fare di più.Confido nella nostra capacità di trovare insieme le soluzioni per il futuro».

Pierre Budar, Direttore di Citroen Racing

Come commenta questa prestazione al di sotto delle aspettative?

Pensavamo di aver individuato la causa della prestazione poco soddisfacente in Corsica e di aver corretto il tiro per questo nuovo appuntamento sull'asfalto in cui speravamo di essere tra i primi, ma non è stato così. In questo weekend eravamo più vicini ai leader rispetto alla Corsica, ma ancora troppo lontani per essere soddisfatti. Ci è sicuramente sfuggito qualcosa nella preparazione. L'unica giornata completa di prove per Sébastien e Julien è stata disturbata dalla pioggia, che alla fine qui non si è vista, e che ha impedito di completare il nostro programma di test per affrontare l'asfalto asciutto. Abbiamo anche avuto sfortuna con la doppia foratura di Sébastien e Julien nella base militare di Baumholder, mentre erano in lotta per un posto sul podio.In ogni caso i nostri equipaggi hanno lavorato sodo tutta la settimana, cercando il migliore setup della vettura indipendentemente dalle circostanze: anche per questo, mentre cercavano di recuperare, hanno fatto alcuni piccoli errori. Il team non si è demoralizzato nonostante la delusione evidente, e questo spirito combattivo, unito alle lezioni che stiamo imparando, ci permetterà di uscire più forti da questa prova.

CLASSIFICA FINALE RALLY DI GERMANIA

  1. Tänak / Järveoja (Toyota Yaris WRC) 3h15’29’’8
  2. Meeke / Marshall (Toyota Yaris WRC) +20’’8
  3. Latvala / Anttila (Toyota Yaris WRC) +36’’0
  4. Neuville / Gilsoul (Hyundai i20 WRC) +58’’5
  5. Sordo / Del Barrio (Hyundai i20 WRC) +1’16’’6
  6. Mikkelsen / Jaeger (Hyundai i20 WRC) +1’46’’2
  7. Ogier / Ingrassia (Citroën C3 WRC) +1’56’’3
  8. Lappi / Ferm (Citroën C3 WRC) +2’02’’2
  9. Greensmith / Edmondson (Ford Fiesta WRC) +6’22’’2

 

CAMPIONATO DEL MONDO PILOTI

  1. OttTänak – 205punti
  2. ThierryNeuville – 172 punti
  3. SébastienOgier – 165punti
  4. Kris Meeke – 80 punti
  5. Andreas Mikkelsen – 79 punti
  6. Elfyn Evans – 78punti
  7. Jari-MattiLatvala – 74 punti
  8. TeemuSuninen – 70punti
  9. EsapekkaLappi – 62 punti
  10. Dani Sordo – 62 punti

CAMPIONATO DEL MONDO COSTRUTTORI

  1. Hyundai WRT – 289punti
  2. Toyota Gazoo Racing – 281punti
  3. Citroën Total WRT – 216punti

M-Sport Ford WRT – 168punti


TAGS: Sebastien Ogier Citroen racing citroen c3 wrc plus citroen racing wrc esapekka lappi wrc 2019 wrc 2019 rally di germania