Autore:
Simone Valtieri

SECONDO ASSALTO Avrà il numero 66 e sarà colorata esattamente come la McLaren MCL35 che ha provato nei test del Bahrain e che partecipa al campionato mondiale di Formula 1 affidata alle cure di Sainz e Norris. Stiamo parlando della Dallara del Team McLaren che lo spagnolo Fernando Alonso guiderà per tutto il prossimo mese, quando darà l'assalto per la seconda volta in carriera alla 500 miglia di Indianapolis, in programma il 26 maggio

CHEVROLET Il campione asturiano ha già partecipato in passato alla Indy 500, nel 2017, ma proprio nelle fasi finali di gara il motore della sua Dallara-Honda andò in fumo e gli precluse un ottimo risultato, forse anche una vittoria. Fernando Alonso non si è però dato per vinto e alla prima occasione utile, archiviata (per il momento) la sua avventura in Formula 1, ha cambiato motorizzazione - da Honda a Chevrolet - e tenterà nuovamente l'assalto alla mitica corsa americana.

TRIPLE CROWN Vincere significhrebbe eguagliare Graham Hill e conquistare la Triple Crown, ovvero vincere in carriera a Montecarlo in Formula 1, a Le Mans con i prototopi e, appunto, a Indianapolis. Le immagini del bolide con telaio italiano e motore americano che utilizzerà per tentare l'impresa, sono state pubblicate oggi pomeriggio sugli account social ufficiali della McLaren, che sosterrà lo spagnolo e cercherà fortuna nella serie americana.

TRIBUTO Una curiosità, il numero 66 è un tributo di Alonso a Mark Donahue, il primo vincitore a Indy con una McLaren nel 1972. Godetevi la bella galleria fotografica della macchina arancio-blu elettrico.


TAGS: mclaren fernando alonso Indy500 Alonso Indy500 McLaren IndyCar McLaren Indy500 IndyCar 2019 Indy500 2019