Autore:
Simone Dellisanti

2019 Il nuovo anno è appena arrivato ma il mondiale elettrico della Formula E non ha aspettato il 2019 per far scendere in pista le sue monoposto per animare l'E-Prix di Ad Diriyah, in Arabia Saudita. Nella prima tappa vinta dalla BMW di Felix Da Costa, le ottime performance della DS "Leopardo" Techeetah hanno colpito tutti, addetti ai lavori e non, con il doppio podio conseguito da Jean-Éric Vergne che ha concluso in seconda posizione e André Lotterer in quinta. I due piloti 'vestiti di oro' non hanno conquistato le prime due posizioni solo a causa di un drive through che li ha visti entrambi protagonisti. La DS E-Tense FE 19 è ora già pronta al secondo appuntamento della stagione a Marrakech, il prossimo 12 gennaio.

COSA CAMBIA Abbiamo già parlato in lungo e in largo delle novità previste per il nuovo campionato di Formula E 2019 in questo articolo ma se siete a digiuno di news inerenti la Competizione Elettrica possiamo dirvi che la prossima stagione griffata 2019 si articolerà su tredici tappe in 12 città nel mondo e vedrà gareggiare le monoposto di seconda generazione, in grado di completare un intero e-Prix con una sola ricarica grazie alle nuove batterie da 52 kWh. Scordatevi il cambio vettura a metà gara! Grazie alle batterie più capienti cambia il format di gara, ora articolato su una durata di 45 minuti più un giro completo prima della bandiera a scacchi, mentre per il coinvolgimento del pubblico, al Fan Boost delle precedenti stagioni si aggiunge lo spettacolare Attack Mode.

COME SULLA WII Come che cos'è l'Attack Mode? Per rendervi semplice l'idea, immaginatevi un videogioco di corse. Fatto? Benissimo. Ora immaginatevi una zona delimitata e immaginaria della pista che, se 'calcata' dalle monoposto permette di aumentare temporaneamente la potenza delle auto che passeranno da 200 a 225kW per un tempo che verrà stabilito dalla FIA di volta in volta, sulla base del layout del circuito. A cosa serve? Serve a facilitare i sorpassi e spronare i team a sviluppare nuove strategie di gara, ora che si è resa superflua la sosta per il cambio vettura. Insomma, succede la stessa cosa quando giocate a Mario Kart, no?


TAGS: formula e ds techeetah