Pubblicato il 28/04/20

CAVALLINO NEL MIRINO Le posizioni della Ferrari sulla questione del budget cap, con il Cavallino Rampante strenuo difensore dell'attuale tetto di spesa fissato in 175 milioni di dollari, sta mettendo la scuderia italiana al centro delle polemiche. Dopo il duro attacco da parte di Zak Brown, CEO della McLaren, anche Ralf Schumacher non si è risparmiato nei confronti della Rossa. Il pensiero di base è sempre lo stesso: se la Ferrari non vuole accettare un taglio alle spese ritenuto fondamentale in un periodo reso così critico dalla pandemia di coronavirus, allora farebbe meglio a lasciare la F1.

F1, GP Stati Uniti 2019: Zak Brown (CEO McLaren) e Mattia Binotto (team principal Ferrari)

FERRARI NOIOSA Con il passare delle settimane, mentre aumentano le difficoltà per mettere insieme un calendario di gran premi che salvi la stagione 2020, le posizioni degli altri team sul tetto di spesa che verrà introdotto a partire dal prossimo anno si stanno facendo via via più dure. La soluzione intermedia, che prevede un abbassamento a 145 milioni di dollari contro i 100 richiesti dalle scuderie di medio-bassa classifica, comincia ad apparire anch'essa troppo elevata. Lo ha affermato anche Schumacher, il quale ha definito la posizione ferma della Ferrari ''noiosa e fastidiosa''. Ai microfoni di Sky Germany, il fratello del sette volte campione del mondo è stato molto netto: ''Tutti abbiamo un futuro incerto davanti a noi. Anche i grandi team ora metteranno tutto in discussione. La F1 è decisamente troppo costosa al momento. Se la Ferrari non è disposta a tagliare i costi, dovrebbe andarsene''.

L'ESEMPIO DELLA JORDAN Schumacher si dichiara addirittura favorevole a un taglio maggiore di quello auspicato dalle scuderie più piccole, ritenendo che il budget massimo per il futuro della F1 dovrebbe essere ''ben al di sotto dei 100 milioni''. Il tedesco ha ricordato la sua ex scuderia, la piccola Jordan, che nonostante risorse limitate a fine anni '90 riuscì a cogliere risultati importanti, vincendo anche alcuni gran premi: ''Avevamo solo 40 milioni di dollari da spendere, ma ha funzionato ed è stato divertente''.


TAGS: ferrari schumacher f1 Budget cap