Pubblicato il 24/04/20

APPUNTAMENTO SPECIALE La ventiduesima puntata di RadioBox, il video podcast di MotorBox, andrà in onda in via straordinaria sabato 25 aprile, a partire dalle ore 18. Gradito ospite del programma sarà Gunther Steiner, team principal del team Haas di F1. Sono diversi i temi di stretta attualità che abbiamo affrontato con il manager altoatesino nell'incontro registrato questo pomeriggio, tra cui lo spinoso argomento del budget cap.

Gunther Steiner ospite di RadioBox

LO SCONTRO SUL BUDGET CAP Sul tetto di spesa che le scuderie dovranno rispettare a partire dalla prossima stagione si sta combattendo una vera e propria battaglia. La Ferrari non vuole scendere dall'attuale limite di 175 milioni di dollari, mentre i team medio piccoli spingono per un abbassamento a 100 milioni. La via di mezzo è stata individuata in 145 milioni di dollari, una cifra che verrebbe accettata anche dalla Mercedes. Il team di Maranello non sembra però voler cedere e nei giorni scorsi sono arrivate velate minacce di uscita dal Circus, poi ritrattate. I concetti ribaditi da Mattia Binotto e dal Cavallino Rampante hanno fatto infuriare Zak Brown, CEO della McLaren, il quale ha provocatoriamente dichiarato che la F1 potrebbe sopravvivere anche senza Ferrari.

ARGOMENTO... ''TABÙ'' Abbiamo chiesto a Steiner un parere su questo ipotetico scenario, ricordando lo stretto rapporto di collaborazione della squadra americana con Maranello: ''Sarebbe molto difficile, perché il nostro progetto come ben saprete è molto legato alla Ferrari. Abbiamo un bel rapporto, anche se ogni tanto non siamo d'accordo, come ad esempio sul budget cap. Nelle relazioni non bisogna essere sempre d'accordo, bisogna essere capaci di dire: 'Noi abbiamo un'altra opinione' e rispettarci comunque. Ed è ciò che sta succedendo: io ho un bel rapporto con Mattia (Binotto), sicuramente non siamo d'accordo sul budget cap e non ne parliamo perché... non siamo d'accordo. Circa l'andare avanti senza Ferrari: se avessimo un po' di tempo potremmo trovare una soluzione, ma non so quanto la Haas vorrebbe fare questa fatica di trovare un'alternativa. Io sicuramente ci proverei, perché da ciò dipendono tante famiglie di operai che lavorano da noi e non si può dire 'Non lo faccio'. Ci si prova e si trova una soluzione. Sarebbe una soluzione migliore? No, però il signor Haas mi tiene per trovare soluzioni ai problemi e sicuramente andrei a provarci. Per me il risultato migliore sarebbe di trovare il compromesso grazie al quale i grandi team possono fare quello che vogliono fare e noi riusciamo a sopravvivere, anzi, a vivere nell'ambiente e ad essere più competitivi. Io sono ottimista: se si vuole trovare una soluzione la si trova. Sicuramente la F1 sopravvive senza la Ferrari, ma sopravviverebbe meglio? La risposta è no, certamente. Anche Zak Brown l'ha detto: non sarebbe una bella cosa per la Ferrari non esserci, però alla fin dei conti se loro non vogliono esserci noi sopravviviamo. Questo penso che lui volesse dire. Speriamo di trovare questo compromesso e di andare avanti tutte e dieci le squadre''.

F1 2019, Gunther Steiner al muretto della Haas

NON MANCATE! Nel corso della puntata di RadioBox parleremo con Steiner di altri argomenti molto interessanti, come le possibili soluzioni per il calendario 2020 di F1, la strana situazione vissuta a Melbourne nelle ore che hanno preceduto l'annullamento del GP Australia e la proposta avanzata da alcuni top team di riportare le auto clienti nel campionato. L'appuntamento è per domani, sabato 25 aprile, a partire dalle ore 18: la trasmissione sarà disponibile sia qui su MotorBox.com sia sul canale Youtube del sito, con la possibilità di interagire in chat con i nostri giornalisti.


TAGS: ferrari f1 Budget cap Steiner