Pubblicato il 14/05/20

BREVE MA INTENSO La storia tra Carlos Sainz e la McLaren si concluderà al termine del 2020 dopo appena due stagioni assieme, di cui l'attuale accorciata dalla pandemia di coronavirus. Nonostante questo, il rapporto professionale verrà ricordato con affetto da entrambi. Arrivato a Woking al posto del suo mentore Fernando Alonso, Sainz ha rappresentato assieme al giovane talento del vivaio Lando Norris l'inizio di una nuova era. Lasciate alle spalle le deludenti esperienze con la Honda e con lo spagnolo due volte campione del mondo, la McLaren ha iniziato una ristrutturazione che ha accelerato sotto la guida del nuovo team principal, Andreas Seidl. E così, un anno che doveva essere di transizione si è trasformato nella miglior stagione dell'ultimo quinquennio, conclusasi con un insperato quarto posto tra i Costruttori e il sesto di Sainz nel Mondiale Piloti, arricchito dal podio di Interlagos, il primo per la scuderia inglese dal lontano GP Australia 2014.

CROCEVIA DECISIVO Lo stesso Sainz ha così rilanciato la sua carriera, dopo aver rischiato di uscire dalla F1 con la decisione di rompere con la Red Bull nel 2017. Il passaggio alla Renault già nelle ultime gare di quell'anno e un 2018 non brillante non avevano certo aiutato lo spagnolo, trovatosi in una situazione critica quando il team della casa francese ha annunciato l'ingaggio di Daniel Ricciardo per il 2019. A quel punto, proprio la McLaren è diventata l'unico appiglio per Sainz: entrambi alla ricerca di riscatto, hanno avuto un feeling immediato che ha contribuito agli ottimi risultati del 2019, così buoni da convincere la Ferrari ad ingaggiare il figlio del leggendario pilota di rally Carlos senior come sostituto di Sebastian Vettel a partire dal 2021. Il fatto che la McLaren abbia addirittura annunciato l'arrivo di Ricciardo al posto di Sainz prima che la Ferrari confermasse il suo ingaggio è probabilmente un'altra testimonianza del fatto che tra le due parti ci sia stata la massima sincerità anche in fase di mercato piloti, così come lo sono le parole di stima che Seidl e il CEO Zak Brown hanno rivolto a Sainz nel comunicato relativo alla sua sostituzione con l'australiano.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

🎥 @thecrowncreators

Un post condiviso da Carlos Sainz (@carlossainz55) in data:

L'AFFETTUOSO SALUTO Per tutti questi motivi, Sainz ha voluto ringraziare la McLaren, i suoi dipendenti, i suoi tifosi e il compagno di squadra Norris con un video pubblicato sui suoi profili social. Lo potete vedere qui sopra, mentre di seguito vi riportiamo la traduzione delle parole del neoferrarista:

''Cara famiglia McLaren,
raramente mi esprimo scrivendo. Ma è arrivato il momento.
Tutti conoscono la grande storia della McLaren, niente di nuovo... Anche se è stato così per me finché non ho visto le macchine dei mie idoli tutte allineate nel boulevard dell'MTC (McLaren Technology Centre): lì ho veramente capito il significato di diventare un pilota della McLaren, con la responsabilità e l’orgoglio di farne parte.
Avevamo un grande sfida davanti a noi e non c’era tempo per perdere.
Dal primo giorno che mi sono trasferito in Gran Bretagna, ogni membro di questa enorme famiglia mi ha fatto sentire come a casa, alcuni di loro addirittura mi hanno aiutato a trovare un appartamento e ad arredarlo, mostrando già i primi segni di un grande spirito di squadra.
Da subito ho potuto dire che i fan, gli sponsor, i soci, il management, il Team race e tutti coloro presenti all’officina erano tutti sulla stessa barca remando verso la stessa direzione, SENZA PAURA GUARDANDO AVANTI.
Certamente Tomasso
(Tom Ballard, capo degli ingegneri di pista ndr) è stato particolarmente bravo a dirigerci.
Nonostante il frustrante inizio della stagione 2019, ho sempre sentito il supporto e la fiducia di tutti attorno a me e sapevo fosse solo questione di tempo prima che iniziassi a raccogliere i primi punti.
L’ultima stagione è finita per essere la mia più forte in F1 e un grande passo avanti per il team. Arrivare quarti nella classifica Costruttori e sesto nella classifica Piloti…è stato un grande traguardo. E poi il podio in Brasile, tutti sul podio, quella è stata la ciliegina sulla torta.
Ho sempre percepito il supporto e la passione dei fan della McLaren che applaudivano incessantemente in ogni città che visitavamo.
Siete semplicemente fantastici. Sin dal primo giorno mi avete accolto con un caloroso benvenuto e sono sicuro ci divertiremo insieme fino alla fine di questa stagione!
Non posso che essere grato ad ogni singolo membro della famiglia Mclaren e non vedo l’ora di battervi in pista il prossimo anno.
È un onore fare parte della vostra storia e tutto quello che posso dire è: GRAZIE.
Oh e Lando... è stato un piacere anche lavorare con te.. mio caro amico pagliaccio! Finiamo bene questa stagione!  
Nonostante questa terribile pandemia abbia messo in pausa questo nostro momento positivo, il 2020 non è ancora concluso e ritorneremo presto in pista mostrando il meglio che sappiamo fare.
Ci sarà tempo per gli arrivederci alla fine dell’anno, ma fino ad allora testa basta e duro lavoro!
Un abbraccio... Carlos
''


TAGS: ferrari sainz mclaren f1