Pubblicato il 14/05/20

È FATTA La notizia che ormai circolava con sempre maggiore insistenza nelle scorse ore, è adesso diventata ufficiale: Carlos Sainz sarà il prossimo pilota della Ferrari, chiamato a far coppia con Charles Leclerc dopo che il Cavallino e Sebastian Vettel hanno deciso di separarsi al termine della stagione 2020. Lo spagnolo, 26 anni quando salirà per la prima volta sulla Rossa, arriva dopo un 2019 da grandissimo protagonista nella lotta di centro classifica, alla fine vinta sia per quanto riguarda i piloti che i costruttori (sesto posto per lui e quarto per la McLaren). E comporrà insieme a Leclerc la coppia più giovane degli ultimi 50 anni di storia della Scuderia.

LEGGI ANCHE: Chi è Carlos Sainz Jr? Biografia, risultati e carriera del nuovo pilota della Scuderia Ferrari

PARLA BINOTTO Il figlio della leggenda del mondiale rally ha firmato con i vertici di Maranello un biennale che lo porterà dunque a vestirsi di rosso almeno fino al 2022. “Sono felice di annunciare che Carlos – ha spiegato Mattia Binotto nel comunicato diramato dalla Ferrari in mattinata – entrerà a far parte della Scuderia Ferrari a cominciare dalla stagione 2021. Con già cinque campionati alle spalle, ha dimostrato di possedere grande talento e ha messo in evidenza quelle doti tecniche e caratteriali che lo rendono il profilo ideale per essere parte della nostra famiglia. Siamo convinti che una coppia di piloti ricca di talento e personalità come quella formata da Charles e Carlos, la più giovane negli ultimi cinquant’anni di storia della Scuderia, sia la miglior combinazione possibile per consentirci di arrivare agli obiettivi che ci siamo prefissati”.

F1, Charles Leclerc e Carlos Sainz saranno compagni di squadra in Ferrari dal 2021

NUOVO CICLO L’ingegnere italo-svizzero ha poi espresso tutta la propria convinzione di poter aprire un nuovo percorso vincente con due piloti giovani ancorché relativamente inesperti. Una scelta di rottura rispetto alle ultime stagioni, visto che la Ferrari non schierava una line-up senza almeno un campione del mondo dal lontano 2007, anno in cui poi Kimi Raikkonen vinse il titolo supportato da Felipe Massa: “Abbiamo iniziato un nuovo ciclo che ha come obiettivo ultimo tornare al vertice della Formula 1. Sarà un percorso lungo e non privo di difficoltà, soprattutto nello scenario di un quadro economico e regolamentare che sta cambiando in maniera repentina e che impone di affrontare questa sfida in modo differente rispetto al recente passato”.


TAGS: ferrari formula 1 Carlos Sainz f1 mattia binotto f1 2021