Red Bull, contro Hamilton arrivano anche gli avvocati
F1 2021

Red Bull, contro Hamilton spuntano gli avvocati. Ma il motore di Max (forse) è ok


Avatar di Salvo Sardina , il 21/07/21

4 mesi fa - Marko ingaggia un avvocato per appellarsi alla blanda penalità per Hamilton

Red Bull non molla: con 1 milione di € di danni dopo lo schianto di Verstappen alla Copse, la lotta mondiale rischia di degenerare in tribunale. E Marko chiede il ban per Hamilton

LEGAL THRILLER Avvocati, tribunali, nuove prove e perizie che potrebbero modificare lo scenario attuale. Così, dopo il clamoroso contatto tra Max Verstappen e Lewis Hamilton alla Copse nel primo giro del Gp di Gran Bretagna, il mondiale di Formula 1 rischia di trasformarsi in uno di quei bestseller di John Grisham che siamo soliti leggere sotto l’ombrellone. E mentre la maggior parte dei piloti ritiene lo scontro un mero incidente di gara, gli uomini di casa Red Bull non ci stanno: troppo blanda la penalità di 10 secondi inflitta a Hamilton, un contentino salomonico per zittire un Horner su tutte le furie nelle comunicazioni radio con la Direzione gara immediatamente dopo il fattaccio. Insomma, se la battaglia al vertice torna caldissima con l’improvviso e impronosticabile crollo del vantaggio iridato di Max su Lewis, il team di Milton Keynes non molla. E si affida persino agli avvocati…

F1 GP Gran Bretagna 2021, Silverstone: il meme, Vettel rimuove rifiuti di fianco alla Red Bull di Verstappen F1 GP Gran Bretagna 2021, Silverstone: il meme, Vettel rimuove rifiuti di fianco alla Red Bull di Verstappen

LA CONTA DEI DANNI Le immagini della RB16B totalmente distrutta hanno fatto il giro del mondo, diventando persino protagoniste di un bellissimo meme che la metta di fianco a un Sebastian Vettel intento a ripulire le tribune di Silverstone (foto sopra). Al di là degli scherzi sul web, resta però un dato di fatto incontrovertibile: il botto costerà carissimo a Red Bull, che stima i danni tra i 750.000 e il milione di euro. Un colpo molto duro, in un’epoca di budget cap dove ogni spesa per gli sviluppi della monoposto va ponderata con attenzione. Anche per questo, il braccio destro del patron Dietrich Mateschitz, Helmut Marko, ha lanciato un altro dei suoi dardi all’indirizzo dei rivali: “Abbiamo ingaggiato un avvocato – spiega l’ex pilota austriaco al quotidiano Kronen Zeitungper capire cosa le regole sportive ci consentono di fare in una situazione del genere. Non possiamo permetterci di mollare la presa, siamo stati molto fortunati che non sia accaduto niente di serio a Max. La macchina e probabilmente anche il motore sono da buttare e non va bene. Hamilton? È stato irresponsabile, deve sapere quali sono le conseguenze per certe azioni e credo che la sospensione per una gara sarebbe corretta”.

VEDI ANCHE



F1 2020: Helmut Marko (Red Bull) F1 2020: Helmut Marko (Red Bull)

LA QUESTIONE MOTORE Al di là dell’accusa, evidentemente provocatoria, resta appunto la conta dei danni, che potrebbe essere ulteriormente appesantita da eventuali problemi alla power unit della monoposto numero 33, con conseguenti penalità da scontare nel corso della stagione. “Quando ho visto le immagini della monoposto – spiega il responsabile Honda, Toyuharu Tanabe, ad Auto Hebdoho subito pensato al grosso danno, anche se poi mi è sembrato che il problema fosse meno grave. In ogni caso, è troppo presto per dare una valutazione precisa di quali siano le parti che bisognerà sostituire. Il motore è ritornato in fabbrica a Sakura, dove stiamo verificando tutti i dettagli. Sinceramente non so dire di più, dopo un impatto a oltre 51G. Dipenderà di sicuro dal punto in cui è avvenuto il botto”.

F1 GP Gran Bretagna 2021, Silverstone: Lewis Hamilton (Mercedes) e Max Verstappen (Red Bull) F1 GP Gran Bretagna 2021, Silverstone: Lewis Hamilton (Mercedes) e Max Verstappen (Red Bull)

REGOLAMENTI DA CAMBIARE? Tornando a Marko, il dirigente Red Bull ha poi proseguito ai microfoni della tv tedesca RTL l’analisi del rapporto tra Verstappen e Hamilton: “La battaglia sarà ancora più tirata da ora in poi, anche se non direi che è mai stata una relazione rilassata. Questo è ottimo per gli spettatori, ma la lotta dovrà essere corretta e all’interno del regolamento. Dal canto nostro, sappiamo di avere un grande pacchetto, abbiamo vinto la gara sprint a Silverstone e avremmo chiaramente portato a casa anche la vittoria nel Gp di domenica. Siamo stati competitivi su ogni circuito quest’anno e non ci sono dunque ragioni per cui dovremmo essere preoccupati. Anche a Budapest la lotta sarà simile, le prestazioni saranno molto vicine ma possiamo sperare che il duello stavolta sia corretto. In quel caso, possiamo essere ottimisti sul fatto che vinceremo di nuovo. La penalità? 10 secondi sono ridicoli, ma forse sono le regole che andrebbero cambiate. Ci sarebbe da discutere sul codice sportivo ma anche sul sistema degli steward… Perez ha ricevuto 5 secondi per un contatto marginale senza spedire nessuno fuori pista, quindi avrebbero dovuto come minimo dare un Drive Through a Hamilton”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 21/07/2021
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox