Pubblicato il 12/11/20

SITUAZIONE DI STALLO A causa del congelamento dei regolamenti imposto dalla pandemia di coronavirus, la stagione 2021 non si preannuncia molto diversa dall'attuale. Le modifiche consentite alle attuali monoposto saranno limitare e i team si concentreranno presto sul lavoro relativo alla vettura del 2022, quella sì rivoluzionata dal tanto atteso nuovo regolamento tecnico. Una situazione che sicuramente non fa il gioco della Ferrari, chiamata a riscattarsi da un'annata davvero deludente. Dal team di Maranello sono arrivate previsioni ottimistiche su un - parziale - recupero di prestazione, ma c'è chi crede che il Cavallino Rampante archivierà presto il lavoro sull'erede della SF1000, preferendo dedicarsi al campionato in cui sarà davvero chiamata a tornare al vertice.

ADDIO 2021 Intervistato dall'emittente austriaca ORF, Toto Wolff ha parlato apertamente di una Ferrari che snobberà il 2021: ''Non credo che la classifica si capovolgerà - ha dichiarato il boss della Mercedes - Ci saranno squadre, come la Ferrari, che cancelleranno completamente il 2021. Svilupperanno le loro auto per il 2022 fin dall'inizio''.

F1 GP Eifel 2020, Nurburgring: Leclerc e Ricciardo. Si nota la differenza tra il muso largo e quello stretto

IL GIUSTO EQUILIBRIO Situazione diversa per chi invece vorrà giocarsi il titolo del prossimo anno. La Mercedes è ovviamente la favorita e, come dimostrato da questa stagione, gode anche di un notevole vantaggio sulla concorrenza, ma dovrà comunque dedicare del lavoro all'erede della W11 per rintuzzare in particolare gli attacchi di una Red Bull che sarà all'ultimo anno della partnership con Honda: ''Ovviamente è abbastanza difficile per noi trovare un buon equilibrio tra il 2021 e il 2022'' ha ammesso Wolff. Difficile però immaginarsi grossi ribaltoni rispetto al dominio incontrastato visto in questi mesi.


TAGS: ferrari f1 wolff 2021