Pubblicato il 05/11/20

DA PUNTO FORTE A PUNTO DEBOLE C'è ottimismo in casa Ferrari attorno al nuovo motore su cui si sta lavorando per vivere una stagione 2021 più ricca di soddisfazioni rispetto a questo deludente 2020. L'attuale SF1000 è stata molto penalizzata da una power-unit ritrovatasi deficitaria di cavalli dopo essere stata azzoppata dalle varie direttive emesse dalla FIA a seguito delle indagini sul funzionamento del propulsore di Maranello lo scorso anno. Il Cavallino Rampante si ritrova così a lottare attualmente per difendere quantomeno il sesto posto tra i Costruttori dagli assalti di un'AlphaTauri apparsa molto competitiva nelle ultime gare.

F1 GP Emilia Romagna 2020, Imola: Charles Leclerc (Scuderia Ferrari)

RISULTATI INCORAGGIANTI La Ferrari ha iniziato lo sviluppo di un motore completamente nuovo per il 2021. I risultati che arrivano dal banco prova sono molti incoraggianti, come ha confermato Mattia Binotto: ''Al momento non abbiamo il miglior motore e penso che il prossimo anno potremmo avere un propulsore completamente nuovo, come da regolamento. In Ferrari abbiamo investito molto nello sviluppo del propulsore per il 2021 e per il 2022. Il motore è attualmente in funzione al banco e penso che i feedback, sia in termini di prestazione sia di affidabilità, siano molto promettenti''.

EFFICIENZA E CREATIVITA' Per la Ferrari l'impresa è resa più difficile dalle limitazioni ai test che si potranno effettuare sui banchi prova a partire dal prossimo anno. Binotto ha raccolto però questa sfida, incoraggiando i suoi uomini ad essere più creativi: ''Abbiamo limiti per il banco prova nel 2021. Sta a noi essere efficienti nel modo in cui pianifichiamo i test e creativi nel modo in cui ci avviciniamo ai test. Penso però che, anche se abbiamo alcune limitazioni, ci sia ancora spazio per miglioramenti e credo che, da quello che posso vedere oggi al banco prova, posso definirmi soddisfatto dei risultati''.


TAGS: motore ferrari f1 binotto