Pubblicato il 22/07/20

MUGELLO E SOCHI La Formula 1 vive la sua prima settimana di pausa da quando, nel weekend del 5 luglio, le power unit sono state riaccese sui saliscendi del Red Bull Ring di Spielberg. Terminato il primo trittico di gare e annunciato anche un primo prolungamento del calendario 2020, rivisto in seguito all’emergenza CoViD-19, la Pirelli ha adesso comunicato le gomme scelte per il Gp di Toscana Ferrari 1000 – è chiamato così l’appuntamento del Mugello – e il Gp di Russia che si terranno nel prossimo mese di settembre.

F1: veduta aerea del circuito del Mugello durante il test della Ferrari

C1 TOSCANA Un po’ come già pronosticato nei giorni scorsi, i lunghi curvoni dell’autodromo toscano impongono al fornitore unico una scelta piuttosto conservativa. Gli uomini guidati da Mario Isola porteranno in pista infatti i tre compound più duri del lotto, con il bianco della Hard a colorare la spalla della mescola C1, affiancato dalla “gialla” C2 e dalla “rossa” C3. Una decisione che era già stata presa nella prima gara a Silverstone e per il Gp di Spagna a Barcellona, piste cioè storicamente piuttosto severe sugli pneumatici.

F1 GP Austria 2020, Red Bull Ring: una gomma Pirelli Soft nel paddock di Spielberg

MORBIDA RUSSIA Caratterizzato dalle tante curve a 90 gradi, da un profilo altimetrico decisamente piatto, da un asfalto “cittadino” e dagli scarsi carichi laterali (ad eccezione della lunghissima curva-3), il tracciato di Sochi impone scelte invece decisamente opposte. Per la prima volta nella stagione 2020 vedremo quindi in pista la gomma più morbida C5, ovviamente colorata con il rosso tipico della mescola Soft. La C4 sarà dunque la Medium mentre a essere selezionata come Hard è il compound C3. I Gp di Toscana e Mugello si terranno rispettivamente il 13 e il 27 settembre.


TAGS: pirelli mugello formula 1 sochi f1 Mario Isola GP Russia 2020 GP Toscana Ferrari 1000