Autore:
Giulio Scrinzi

GIOVANI PILOTI CRESCONO Qualche giorno fa la Williams ha finalmente annunciato la line-up con la quale tenterà di assaltare le avversarie Renault e Force India nel prossimo Mondiale di Formula 1 2018. Al fianco del riconfermato Lance Stroll, per l’appunto, ci sarà Sergey Sirotkin, pilota russo che ha vinto la sfida con Robert Kubica per il secondo sedile sulla futura FW41, con quest’ultimo assunto nel team di Grove esclusivamente come pilota di supporto. In questo modo, la line-up Williams 2018 si annuncia come la più giovane che sarà presente in griglia a Melbourne il prossimo 25 marzo: Stroll, infatti, farà 20 anni a Campionato ormai concluso, mentre Sirotkin ne compirà 23 poco prima del GP d’Italia.

IL PARERE DEL LEONE Con una coppia così giovane, il commento di molti addetti ai lavori è stato quello di una line-up con poca esperienza, che farà molta fatica a portare a casa dei risultati soddisfacenti. Il parere esattamente opposto a quello espresso da Nigel Mansell, Campione del Mondo 1992 con la mitica Williams-Renault FW14B, il quale ha affermato ai microfoni di motorsport.com che “negli anni passati, senza ausili informatici, sarei stato preoccupato ad avere due piloti così giovani nel team. Ora, però, questo non è più un problema: ci sono tanti tecnici che forniranno supporto con le loro informazioni, inoltre sono convinto che la nuova vettura sarà buona abbastanza da farli brillare. I risultati arriveranno: speriamo solo che Lance e Sergey sapranno sfruttare la FW41 a dovere!”.


TAGS: formula 1 f1 williams martini racing lance stroll f1 2018 formula 1 2018 sergey sirotkin williams martini racing 2018 sergey sirotkin 2018 williams f1 2018 lance stroll 2018 williams f1 nigel mansell nigel mansell williams nigel mansell williams 2018