Pubblicato il 12/03/2020 ore 10:30

ASSO NEL... VOLANTE La Mercedes ha sorpreso tutti con il nuovo sistema DAS utilizzato nel corso dei test invernali. Messo al bando dalla FIA a partire dal 2021, in questa stagione la W11 può disporne senza particolari limitazioni. I team rivali, colti alla sprovvista, non hanno materialmente il tempo di adottare una soluzione simile e sperano ancora di riuscire a far vietare il DAS anche per il 2020. La Red Bull ha già annunciato che protesterà in caso di utilizzo in gara del volante mobile da parte delle Frecce d'Argento, ma il team campione del mondo non sembra preoccupato.

BOTTAS CONFERMA IL DAS A Melbourne, Valtteri Bottas ha candidamente ammesso di avere in programma di utilizzare il DAS nel corso del weekend del GP Australia: ''Sono sicuro che useremo il DAS su alcuni rettilinei. Dipenderà da quale tipo di giri, da quali sessioni e così via. Molto probabilmente lo useremo nelle qualifiche. Siamo però ancora soddisfatti di averlo in macchina. Speriamo che possa dare un vantaggio, ma vedremo''. Il finlandese riguardo alle minacce di proteste ha aggiunto: ''Beh, sono sicuro che dovremo aspettare quello che succede, ma come ho detto prima saremo felici di utilizzarlo. Sta al team calcolare il possibile rischio che venga vietato. In breve la risposta è sì, vorremmo mantenerlo, ma se ci sarà un grosso rischio non lo faremo, non ci sono grossi problemi''.

IL MOTORE NON PREOCCUPA Bottas è poi apparso tranquillo anche riguardo ai problemi di affidabilità riscontrati dal motore Mercedes durante i test invernali: ''Penso che abbiamo ottenuto il massimo dai test. È abbastanza normale che non funzioni tutto al 100%, trovi cose che puoi migliorare dai test alla prima gara. Abbiamo esaminato questi aspetti e fatto tutto il possibile per assicurarci di essere in grado di garantire la massima potenza possibile con una buona affidabilità. Sono fiducioso, mi fido davvero della squadra''.


TAGS: mercedes f1 bottas DAS