Frizioni a rischio, l'allarme dei team per Silverstone
F1 2021

Frizioni a rischio, l'allarme di alcuni team per il weekend di Silverstone


Avatar di Salvo Sardina , il 02/07/21

5 mesi fa - Il weekend della Sprint Qualifying porta con sé problematiche inattese

La gara sprint porta con sé problematiche inattese in termini di affidabilità: McLaren, Alpine e Aston Martin chiedono (e ottengono) deroga per cambiare le frizioni in parco chiuso

VERSO LE GARE SPRINT Mentre in Austria si corre l’ultimo Gp del caldissimo trittico estivo con Francia e Stiria, inevitabilmente il pensiero sta volando già all’appuntamento di Silverstone. Se la scorsa settimana si era tanto parlato della scelta – da alcuni, come Hamilton, ritenuta prematura – di aprire gli spalti al 100% della capienza, stavolta il tema caldo è stato quello delle Sprint Qualifying, le “garette” di 100 km che vedremo al sabato pomeriggio e che decideranno la griglia di partenza del prossimo Gp del Regno Unito.

F1 GP Gran Bretagna 2020, Silverstone: la griglia di partenza F1 GP Gran Bretagna 2020, Silverstone: la griglia di partenza

VEDI ANCHE



IL PROBLEMA FRIZIONE Nella giornata di ieri era infatti emerso nel paddock un allarme affidabilità: alcuni team – McLaren, Alpine e Aston Martin – hanno infatti studiato delle frizioni in grado di percorrere circa 350 km, e cioè una chilometraggio limitato alla durata della gara e delle qualifiche. Un problema notevole per i weekend con Sprint Qualifying, che prevede l’ingresso in parco chiuso già al venerdì dopo le PL1 e la necessità di percorrere circa 150 km in più rispetto al previsto (la gara sprint e le PL2 che si svolgono in regime di congelamento delle monoposto).

ALLARME AFFIDABILITÀ Proprio per questo chilometraggio aggiuntivo, McLaren, Alpine e Aston Martin avevano denunciato il rischio di non poter prendere parte alle prove libere per ridurre il rischio di rottura meccanica. “Se la Fia non ci dà la possibilità di sostituire le frizioni in regime di parco chiuso – aveva spiegato ieri il direttore sportivo dell’Alpine, Alan Permane – allora dovremo saltare delle sessioni… E immaginiamo che questo non sia esattamente lo scopo di questo regolamento”.

F1 GP Stiria 2021, Spielberg: Lando Norris (McLaren F1 Team) F1 GP Stiria 2021, Spielberg: Lando Norris (McLaren F1 Team)

LA SOLUZIONE FIA Secondo quanto riportato dal team principal dell’Aston Martin, Otmar Szafnauer, le discussioni con la Federazione hanno avuto un esito positivo e alle squadre sarà permesso – ma solo per questa stagione, con l’obbligo dunque per l’anno prossimo di studiare componenti in grado di resistere per quel centinaio di chilometri in più in caso di weekend con gara sprint – il cambio di frizione, ma solo nel caso in cui sarà evidente l’usura dopo la Sprint Qualifying. “Dovremo consegnare – ha spiegato il manager rumeno ad Auto Motor und Sport – una frizione di ricambio alla Fia prima dell’inizio del weekend e saranno loro a confrontarla con la frizione montata in auto dopo il sabato. Se noteranno l’usura della componente, allora avremo la possibilità di cambiarla, un po’ come accade con i danni alle auto in caso di incidente”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 02/07/2021
Vedi anche
Logo MotorBox