Autore:
Giulio Scrinzi

FUTURO INCERTO Nonostante il buon terzo posto conquistato nel GP di Francia che gli ha ridato fiducia nella scalata al podio della Classifica Piloti, Kimi Raikkonen si ritrova in una situazione molto instabile all'interno della Scuderia Ferrari. Dal momento che si fanno sempre più insistenti le voci sull'arrivo di Charles Leclerc sulla Rossa del 2019 al fianco di Sebastian Vettel, il futuro del Campione del Mondo 2007 è sicuramente molto incerto. Fortunatamente per lui si stanno delineando alcune interessanti alternative da non sottovalutare.

VERSO LA McLAREN? La prima è quella di rimanere in Formula 1 ma, ovviamente, di cambiare team: secondo l'agenzia di stampa Press Association Sport, Kimi sarebbe attualmente sulla lista dei piloti “papabili” della McLaren, che sta navigando in acque decisamente burrascose con una MCL33 difficile da mettere a punto e poco competitiva. Nel team di Woking stanno discutendo se rinnovare il contratto alla coppia formata da Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne (tra l'altro già nel mirino della Renault) oppure se puntare tutto sul giovane talento di Lando Norris. In questo caso avere al proprio fianco un pilota esperto come Kimi sarebbe un'ottima mossa sia per il reparto corse britannico che per il pilota inglese.

OPPURE UN RITORNO AI RALLY? La seconda opzione per Kimi Raikkonen è quella di inseguire nuovamente la sua seconda passione, i Rally. Anche se tempo fa il finlandese aveva smentito qualsiasi contatto con il mondo del WRC, recentemente il capo del team Toyota Tommi Mäkinen ha affermato di essere molto felice se Raikkonen volesse provare una delle loro vetture. “Finora non ha provato nulla, ma nel caso volesse lo potrebbe fare in qualsiasi momento” ha dichiarato Mäkinen, un commento positivo al quale si è aggiunto quello del suo ex-copilota degli anni in cui ha gareggiato nel World Rally Championship, Kaj Lindstrom. Se Kimi vuole fare un test con la Toyota sarebbe facile, dal momento che Tommi ha detto che è una persona interessante. Se vuole tornare, sono sicuro che sarebbe un ritorno molto positivo: un nome come quello di Räikkönen non fa mai male al mondo dello sport, questo è sicuro”.


TAGS: ferrari formula 1 kimi raikkonen f1 ferrari f1 scuderia ferrari f1 2018 formula 1 2018