Pubblicato il 27/04/20

RITORNO IN ROSSO? L’attuale situazione di stop della Formula 1 – anche se, oggi, sono in realtà arrivate prime importanti notizie sulla possibile e attesa ripartenza – lasciano spazio a tante chiacchiere di mercato. Una di queste vede protagonista Mattia Binotto, attuale team principal della Ferrari che secondo alcune indiscrezioni, potrebbe essere sostituito da Stefano Domenicali, Ceo di Lamborghini nonché ex numero 1 della Gestione sportiva del Cavallino fino al 2014. Un’eventualità che, però, lo stesso manager imolese ha presto smentito.

LA SMENTITAQuando si parla di Ferrari – ha spiegato Domenicali al Corriere della Seraè impossibile controllare certi rumor. Conosco John Elkann da molti anni e la Ferrari da una vita, quindi è ovvio che parliamo l’uno con l’altro, ma l’ipotesi di un mio ritorno a Maranello è solo gossip senza fondamento. Credo che Mattia stia facendo un buon lavoro sia sul piano tecnico che come team principal, un ruolo che ha dovuto imparare rapidamente e che gli ha permesso di dimostrare le proprie capacità. Tante energie sono state spese soprattutto nella gestione dei piloti, ma un team ha bisogno soprattutto di una macchina competitiva… Tutti gli altri problemi non sono così importanti al giorno d’oggi”.

NIENTE FIA Una smentita relativa anche al possibile futuro ruolo di vertice in Fia o Liberty Media: “Sì, è vero che sono il presidente della commissione Fia per le monoposto ed è vero che sono e rimango un entusiasta appassionato della Formula 1. Ma resto dove sto”. La chiosa del numero 1 di Lamborghini è sulla ripartenza delle attività sportive dopo il lockdown: “In tempi come questi, sport significa ridare alle persone entusiasmo, positività, gioia, senza considerare i profitti e i posti di lavoro correlati. Come la musica, lo sport regala emozioni ed energia alla comunità ed è per questo che dobbiamo considerare il suo ruolo fondamentale per uscire da questa crisi”.


TAGS: ferrari lamborghini formula 1 stefano domenicali f1 mattia binotto