Autore:
Simone Valtieri

SEB VS NANDO Fernando Alonso e Sebastian Vettel sono i due piloti che hanno scritto la storia del Cavallino negli anni Dieci del Duemila, il primo griffando il quinquennio 2010-2014, il secondo appropriandosi di quello 2015-19, sebbene il suo trono sia ora sotto l'attacco di Charles Leclerc. Con la gara (vinta) domenica scorsa a Singapore, Vettel ha raggiunto Alonso a quota 95 GP in Ferrari, il momento perfetto per tracciare un bilancio e capire chi è stato il più bravo.

TIFOSI DIVISI I tifosi sono divisi sull'argomento, sebbene molti pensino che Alonso avrebbe saputo portare a casa i due titoli sfuggiti a Vettel nel 2017 e 2018. Altri sostengono invece che il Seb dei primi anni, quello che con la Red Bull batteva in pista Fernando, non avrebbe perso il titolo 2010 neanche se avesse guidato la Ferrari dello spagnolo. Chi ha ragione? Ovviamente non si può dare alcun tipo di risposta a questa domanda che abbia un senso di verità assoluta. Ogni giudizio resta puramente soggettivo, non fosse altro perché da una stagione all'altra cambiano tantissime variabili, in primis quella relativa alle prestazioni della propria auto, ma anche al livello e al numero dei rivali, ai circuiti, alla sfortuna, agli errori, ecc...

COSTANTI Vi sono però un paio di approssimative costanti, come, per esempio, il fatto che entrambi abbiano avuto a che fare con dei rivali al volante di un'auto superiore in termini di prestazioni complessive: la Red Bull per Alonso in 4 anni su 5 (con la sola eccezione del 2014, in cui il team imbattibile era la Mercedes) e la stessa Mercedes per Vettel nel quinquennio successivo. Una seconda costante è che entrambi hanno polverizzato la concorrenza interna a Maranello, anche se con un'eccezione, ovvero la stagione in corso tra Vettel e Leclerc. Alonso ha avuto sempre la meglio nettamente nei suoi cinque anni in rosso su Felipe Massa (2010-13) e Kimi Raikkonen (2014), Vettel solo sul finlandese (2015-18).

DUE ANNI BUONI In effetti il più gettonato argomento dei sostenitori di Nando riguarda il fatto che lo spagnolo abbia lottato per il mondiale con delle macchine che non erano all'altezza di farlo più di quelle che ha avuto a disposizione Seb, ma in realtà entrambi hanno potuto disporre di un'auto da mondiale solo in un paio di stagioni, il primo nel 2010 e 2012, il secondo nel 2017 e 2018.

TOO CLOSE TO CALL Va detto anche, a vantaggio dello spagnolo, che la più scarsa Ferrari del decennio, la F14 T (quella col naso ad aspirapolvere) ha dovuto guidarla lui, ed è in questo anno chiave che si è venuta a creare la differenza maggiore tra i due. Però Alonso non ha mai avuto un rivale tosto come Leclerc, che ha privato Seb di parecchi punti e vittorie. Le due cose un po' si riequilibrano ma non danno, anche in questo caso, una risposta assoluta su chi sia stato il migliore con la Ferrari in termini di prestazione pura. 

NUMERI PER VETTEL Quello che possiamo dire, invece, è che basandoci sui semplici numeri, quello che li ha migliori dopo 95 gare in Ferrari, è Sebastian Vettel. Il tedesco prevale sullo spagnolo in termini di vittorie (14 a 11), di podi (52 a 44), di Pole (11 a 4), di giri veloci (14 a 7) e di punti (1321  1190). Seb insegue però in termini di piazzamenti iridati, avendo terminato due volte secondo (2017, 2018), una volta terzo (2015), una quarto (2016) ed occupando al momento la 5° posizione nel mondiale in corso, mentre Fernando è giunto tre volte secondo (2010, 2012, 2013), una quarto (2011) e una sesto (2014). 

RIEPILOGO NUMERICO DEL CONFRONTO VETTEL-ALONSO

Sebastian Vettel   Fernando Alonso
95 Gare 95
14 Vittorie 11
19 18
19 15
52 Podi 44
11 Pole 4
5423 Giri 5455
14 Giri veloci 7
1321 Punti 1190

TAGS: ferrari formula 1 fernando alonso sebastian vettel f1 2019 confronto Alonso Vettel