Autore:
Antonio Albertini

È NATA UNA STELLA La Toro Rosso, nata nel 2006 sulle ceneri della Minardi come junior team della Red Bull, dall'anno prossimo cambierà nome. Dalla semplice traduzione in italiano del nome della casa madre, passerà ad essere la Alpha Tauri. Un nome che deriva da una stella nella costellazione del Toro e che è stato scelto due anni fa per la nuova linea di abbigliamento di proprietà dell'azienda austriaca. Si tratta dunque di una scelta legata esclusivamente a motivi di marketing.

F1, GP Giappone 2019: Daniil Kvyat e Pierre Gasly (Toro Rosso) impegnati a Suzuka

UFFICIALE DAL 2020 Null'altro cambierà per la scuderia, né la sede di Faenza né ovviamente la proprietà. Il nuovo nome è già stato approvato dalla F1 Commission, che ha valutato la richiesta nella settimana successiva al GP Russia disputato a Sochi. Proprio sulle rive del Mar Nero aveva cominicato a circolare l'indiscrezione relativa a questa trasformazione.

QUANTE NOVITA' Quello della Toro Rosso/Alpha Tauri è solo l'ultimo di una serie di cambi di nome visti nell'ultimo anno, tutti con motivazioni diverse. La prima a cambiare è stata la Force India, divenuta Racing Point nell'agosto del 2018 dopo che la scuderia è stata ceduta da Vijay Mallya a una cordata guidata da Lawrence Stroll, padre del pilota Lance. Durante l'inverno è stato poi il turno della Sauber, rinominata Alfa Romeo Racing in onore al title sponsor italiano che ha portato anche a una stretta collaborazione con la Ferrari.


TAGS: formula 1 red bull f1 toro rosso 2020 minardi f1 2019 Alpha Tauri Faenza nuovo nome