Autore:
Simone Valtieri

SCOMPARE "SAUBER" Torna a tutti gli effetti l'Alfa Romeo in Formula 1. O no? L'annuncio lanciato sul sito internet ufficiale e sui canali social della Sauber lascia ancora un piccolo punto interrogativo. Già nel 2018 l'Alfa Romeo era rientrata di prepotenza nel mondiale come sponsor principale della Sauber. Dal 2019 però scomparirà la parola "Sauber" dal nome del team, e quello ufficiale diventerà Alfa Romeo Racing, con tanto di tricolore nel logo, con nessun riferimento alla bandiera svizzera.

DUBBIO LICENZA Non è chiaro però se la scuderia, che lo scorso anno passò dall'essere fanalino di coda a ottavo team del mondiale, e che quest'anno con la coppia Raikkonen-Giovinazzi e il nuovo staff tecnico aspira a fare un bel passo in avanti, correrà con licenza italiana o svizzera. Sarebbe strano, in caso di successo, sentir risuonare l'inno svizzero sugli storici colori dell'Alfa Romeo. Quel che è certo è che la struttura sportiva resterà totalmente invariata e continuerà ad aver sede a Hinwil, ma d'altra parte - restando ai team costruttori - anche la francese Renault e la tedesca Mercedes, hanno sede rispettivamente nelle britanniche Enstone e Brackley.

GRANDI PROGRESSI... Le dichiarazioni del team principal Frederic Vasseur e del CEO di FCA Michael Manley - subentrato lo scorso anno a Sergio Marchionne dopo la sfortunata scomparsa di quest'ultimo - perpetrano il dubbio. "È un piacere annunciare che inizieremo il campionato del mondo di Formula 1 2019 con il nome di Alfa Romeo Racing" - ha spiegato Vasseur - "Dopo aver iniziato una collaborazione come title sponsor con Alfa Romeo nel 2018, il nostro team ha mostrato fantastici progressi sia nell'aria tacnica che in quello commerciale. Questo ha dato a tutto il team una spinta motivazionale, sia nel team in pista che nel quartier generale in Svizzera"

...E GRANDI OBIETTIVI Manley ha poi aggiunto: "Alfa Romeo Racing è un nome nuovo ma con una lunga storia in Formula 1. Siamo orgogliosi di collaborare con Sauber portando nuovamente la tradizione di eccellenza tecnica dell'Alfa Romeo e il brio itailano al vertice del motorsport. Sia chiaro: con Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi da un lato del muretto del box, e le competense Alfa Romeo e Sauber dall'altro, siamo qui per competere ad alto livello." Svizzera o italiana dunque? Ai posteri - o semplicemente ai prossimi giorni - l'ardua sentenza.


TAGS: sauber kimi raikkonen mike manley antonio giovinazzi sauber f1 team frederic vasseur Alfa Romeo Racing