Autore:
Antonio Albertini

DEBUTTANTE DI LUSSO Il pubblico di Suzuka avrà modo di vedere in azione l'idolo locale Naoki Yamamoto al volante della Toro Rosso nel corso della prima sessione di prove libere del GP Giappone. A cedergli il sedile sarà Pierre Gasly. Yamamoto non è una giovane promessa, ma un 31enne che vanta nel suo palmares due titoli nella competitiva Super Formula giapponese (2013 e 2018) e che nell'altrettanto importante campionato Super GT ha vinto il titolo lo scorso anno. 

RACCOMANDATO DA HONDA La candidatura di Yamamoto è stata sollecitata dalla Honda, che alla Toro Rosso fornisce dalla scorsa stagione le power-unit: "Siamo lieti che i fan giapponesi possano avere l'opportunità di vedere Yamamoto, un pilota giapponese supportato dalla Honda al volante di una vettura di F1 sul nostro circuito di Suzuka, come parte del weekend del Gran Premio del Giappone" ha dichiarato Katsuhide Moriyama, responsabile della comunicazione per la casa giapponese. 

F1 GP Russia 2019, Sochi: Daniil Kvyat (Toro Rosso) è l'idolo del pubblico di casa

SOGNO REALIZZATO Comprensibilmente entusiasta Yamamoto, che ha commentato così l'opportunità: "Mi sono preparato al meglio, trascorrendo del tempo come parte del team Toro Rosso in diversi weekend di gara e ho anche lavorato al simulatore Red Bull. Il mio obiettivo principale nelle FP1 sarà quello di fare un buon lavoro per il team, raccogliendo dati e informazioni che saranno utili per loro durante il fine settimana. Da un punto di vista personale, voglio godermi il più possibile l'esperienza di guida di un'auto da F1 e cercherò di fare del mio meglio per ottenere il massimo. Sarà un momento speciale e sono contento di poterlo condividere con i fan su questa fantastica pista, dove ho visto per la prima volta una vettura di Formula 1 in azione 27 anni fa".


TAGS: honda suzuka f1 GP giappone toro rosso gasly f1 2019 Yamamoto