FERRARI GIÙ Giornata in chiaroscuro per Sebastian Vettel a Suzuka, dove domenica si svolgerà il Gran Premio del Giappone. Sulla sua pista preferita, come spesso ama definirla il campione tedesco, la Ferrari è apparsa lontana parente di quella in grado di mettere alle corde la Mercedes nelle ultime quattro gare, ricordando piuttosto una versione più simile a quella vista in scena nella prima parte della stagione. Preceduto a fine PL2 da Bottas, Hamilton e Verstappen, a Seb è terminato davanti di un paio di decimi anche il compagno Charles Leclerc.

RINVII E QUALIFICHE Con lo slittamento delle qualifiche alla domenica mattina, deciso quest'oggi dalla FIA e dagli organizzatori del GP per il passaggio del tifone Hagibis, c'è la possibilità che - a seconda dei danni e del meteo - le stesse qualifiche non si svolgano. La Federazione ha comunicato che, in tal caso, le FP2 varrebbero come qualifica, per cui i team si sono impegnati a marcare un buon tempo sin da subito. La Ferrari ha invece atteso la fine della sessione per trovare una pista più gommata, ma anche più traffico dovuta all'intensa attività sui passi gara. E così Seb ha trovato sulla sua strada la Williams di Russell all'ultimo giro, fatto che se non gli ha precluso la possibilità del miglior tempo - troppo lontane le Mercedes - ha probabilmente inciso sulle sue chance di mettersi dietro il compagno Leclerc.

SI PUO FARE DI PIÙ Intervistato a fine gara, ai microfoni nel ring Sebastian Vettel ha dichiarato: "Non so bene cosa ci manchi, personalmente so che posso fare qualcosa di più a livello di guida. Il bilancio non è così negativo, ma in generale abbiamo meno grip di quello che ci saremmo aspettati alla vigilia. Non ho studiato a fondo il passo degli altri ma credo che il mio non fosse poi tanto male, soprattutto confrontato a quello della Red Bull, mentre credo che la Mercedes sia un po' più avanti."

DOMENICA PARTICOLARE  E se Seb può dare di più, sicuramente ci si attende qualcosa di meglio anche dalla Ferrari, che potrebbe alzare il livello di performance montando la Power Unit da gara e cambiando assetti, al fine di raggiungere chi sembra dettare il passo questo fine settimana. "Domenica sarà una giornata particolare" - ha aggiunto Vettel - "Non è ancora chiaro come saranno le condizioni meteo, ma potrebbero essere un po' pazze e spero che lo siano, perché ci potrebbe aiutare. Sarà comunque una battaglia, sia cone le Mercedes che con Verstappen."


TAGS: ferrari formula 1 vettel sebastian vettel leclerc f1 2019 JapaneseGP 2019 GP Giappone 2019 F1 GP Giappone 2019