Pubblicato il 18/04/21

NUOVA LOCATION Il mondiale di Formula 1 2021 è appena cominciato – oggi si disputa a Imola la seconda tappa del campionato, diretta ore 14.45 su MotorBox – ma gli organizzatori di Liberty Media sono inevitabilmente già proiettati nel futuro. E mentre gli occhi degli appassionati sono puntati sul duello tra Mercedes e Red Bull, il nuovo Ceo del circus, Stefano Domenicali, è già al lavoro per la F1 che sarà. Nella prossima stagione ci sarà infatti finalmente il debutto dei nuovi regolamenti tecnici che imporranno a tutti i team di ripartire da un foglio bianco. Ma anche di nuove piste, con il tanto atteso esordio di un Gran Premio a Miami.

F1 2022, la locandina del Gran Premio di Miami

UFFICIALE DAL 2022 La notizia di oggi è infatti l’ufficialità dell’arrivo della Formula 1 in Florida, in quella stessa città di Miami di cui tanto si è parlato negli ultimi anni, senza che poi Liberty Media riuscisse mai a trovare un accordo con il consiglio comunale per l’allestimento di un circuito cittadino nell’iconica città statunitense. Alla fine, l’ok delle autorità politiche locali è finalmente arrivato, e la F1 non ha perso tempo: il Gp di Miami (non sappiamo se sarà questa la denominazione ufficiale) non soltanto si farà, ma entrerà nel calendario iridato già a partire dalla prossima stagione.

F1 2022, la mappa del circuito cittadino di Miami

LA LOCATION Non è ancora stato stabilito in che momento del campionato si svolgerà la seconda gara americana – uno slot possibile è quello primaverile in back-to-back con il Gp del Canada a Montreal (in quel caso ci sarebbe da riposizionare l’appuntamento di Baku), altrimenti nella fase finale quando le monoposto corrono ad Austin, Città del Messico e San Paolo del Brasile – ma in compenso sappiamo già che l’accordo per ospitare la massima serie automobilistica è decennale. La pista, inoltre, si snoderà nella zona di Miami Gardens proprio attorno all’Hard Rock Stadium, la casa della celebre squadra di football americano dei Miami Dolphins.

F1: rendering del circuito del GP Miami attorno all'Hard Rock Stadium

IL CIRCUITO Già comunicata anche la mappa del nuovo circuito cittadino di Miami: sarà lungo 5.41 km e avrà 19 curve, tre lunghi rettilinei che saranno potenzialmente sede di altrettante zone Drs che dovrebbero incrementare lo spettacolo e le opportunità di sorpasso. Non mancheranno le pieghe veloci in stile “snake” di Suzuka (e Austin), mentre prima del lunghissimo rettilineo tra curva-16 e curva-17 ci sarà un misto lento e tortuoso che ricorda proprio il secondo settore della pista del Texas. A differenza dei circuiti già citati, però, ci saranno con ogni probabilità dei muretti a delimitare la pista, nella migliore tradizione delle piste cittadine.


TAGS: formula 1 miami stefano domenicali f1 Liberty Media Miami Dolphins F1 2022 Calendario F1 2022 Gp Miami 2022