Pubblicato il 19/09/20

13.147 VOLTE IMOLA Dopo l’esordio decisamente positivo del Mugello, sale l’attesa per il terzo (e ultimo) Gran Premio di Formula 1 sul suolo italiano. I riflettori si sono già da alcuni giorni accesi proprio su Imola, che tornerà a ospitare il circus – purtroppo, per ragioni logistiche, soltanto nelle giornate di sabato e domenica e non in tutto il fine settimana, come da abitudine – nel weekend del prossimo 1° novembre. La (gustosa) novità è data dall’ultima ordinanza regionale del Presidente dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, che ha derogato la portata massima di spettatori per l’evento, passando dalle 1.000 alle 13.147 presenze consentite sugli spalti.

Autodromo di Imola: il celebre tratto della Rivazza

LA DEROGA Con l’ordinanza, Bonaccini ha quindi esteso (e non di poco) il limite di mille persone consentito dal governo e dal ministro dello sport Vincenzo Spadafora per le grandi manifestazioni all’aperto, che permetterà dunque limitate presenze anche negli stadi di calcio, oltre che agli Internazionali di tennis in corso a Roma. D’altronde un autodromo presenta spazi ben più ampi rispetto a quelli di uno stadio ed è questo il motivo per cui, pur restando fermo l’obbligo di rispettare i protocolli anti-Covid e il distanziamento, è arrivata la deroga. Che, di fatto, equipara la Formula 1 a quanto sta già accadendo in MotoGP, con il World Circuit Marco Simoncelli di Misano Adriatico aperto a 10.000 spettatori al giorno per ammirare le gesta di Valentino Rossi e compagni.  

F1, GP Imola 2006: la partenza della gara

PROTOCOLLI ANTI-COVID La sorveglianza sul rispetto delle misure di contenimento del contagio sarà affidata a Formula Imola, la società che gestisce l’impianto guidata da Uberto Selvatico Estense, che già nei giorni scorsi aveva spiegato di poter gestire circa 1000 spettatori per ogni tribuna, arrivando appunto a quota 13.147 per ognuna delle due giornate di attività in pista. Nei prossimi giorni saranno comunicate le modalità di acquisto e i prezzi dei tagliandi (che saranno in vendita anche su Ticketone.it) per assistere al Gp di Emilia Romagna 2020, che segnerà il ritorno del mitico tracciato del Santerno nel calendario Formula 1 dopo 14 anni di assenza.


TAGS: formula 1 imola f1 f1 imola Coronavirus covid GP Emilia Romagna Biglietti Imola