Autore:
Salvo Sardina

UBER ALLES Valtteri Bottas vince il Gran Premio del Giappone 2019, mentre la Mercedes, grazie anche al terzo posto di Lewis Hamilton, trionfa matematicamente nella classifica costruttori per il sesto anno consecutivo, eguagliando il record della Ferrari dell'epoca Schumacher-Todt-Brawn. Un risultato che appariva impensabile dopo le qualifiche andate in scena nella notte italiana e che avevano premiato una Ferrari capace di monopolizzare tutta la prima fila. Il successo del finlandese si è però concretizzato già pochi istanti dopo lo spegnimento dei semafori: con il poleman Sebastian Vettel incappato in una falsa partenza e con l'avvio incerto anche del compagno di squadra Charles Leclerc, è stato proprio Bottas a prendere quasi indisturbato la prima posizione in curva-1. 

CHARLES VS MAX Come se non bastasse, la mattinata dei tifosi Ferrari si è ancora di più messa in salita con l'autoeliminazione di Leclerc, finito a contatto in curva-2 con l'incolpevole Max Verstappen che intanto provava a infilarsi all'esterno. Con l'auto danneggiata, il monegasco è stato costretto a fermarsi ai box prima di rendersi protagonista di una bella rimonta dal fondo del gruppo fino alla sesta posizione (mutata in settima dai commissari che lo hanno penalizzato di 15" per lo scontro con Verstappen e per aver continuato un giro con un'appendice danneggiata, creando una situazione di pericolo in pista). Vettel ha invece tenuto la seconda piazza fin sotto il traguardo nonostante gli attacchi finali di Hamilton.

PARTITA A SCACCHI Dopo il caos del via, si è giocata una vera e propria partita a scacchi tra i top team, che comunque hanno poi tutti optato per una gara a due soste. Dubbia però la scelta di fermare Hamilton a 12 giri dalla fine per montargli un treno di gomme Soft usate: in quel momento in testa senza apparenti difficoltà, il britannico avrebbe potuto provare a restare in pista per vincere il Gp (strappando la possibile vittoria al compagno di squadra). Ai piedi del podio un Alexander Albon protagonista di un weekend decisamente positivo, seguito dalla certezza Carlos Sainz e da Charles Leclerc. Ottima settima posizione (divenuta sesta!) in rimonta dalla sedicesima casella per la Renault di Daniel Ricciardo, che ha preceduto sul traguardo Sergio Perez e Nico Hulkenberg. Ritirato in seguito al contatto in curva-2, invece, l'olandese della Red Bull che tanto puntava sul Gp di casa Honda per portare a casa un buon piazzamento.

UN GIRO IN MENO Curiosità decisamente inusuale: la gara si è chiusa con un giro di anticipo a causa di un errore nell'esposizione della bandiera a scacchi. A beneficiarne è stato soprattutto Sergio Perez, finito contro il muro nell'ultimo passaggio dopo il contatto con Pierre Gasly. Il messicano ha salvato così la sua nona posizione a scapito di Hulkenberg e Stroll, che erano originariamente arrivati in nona e decima posizione. La Formula 1 torna in pista a Città del Messico fra due settimane: sul circuito Hermanos Rodriguez si riaccenderà la sfida per la vittoria del titolo mondiale, ormai matematicamente una partita a due tra Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

Pos Pilota Team Distacco Giri
1 Valtteri Bottas Mercedes 1:21:46.755* 52
2 Sebastian Vettel Ferrari +13.343s 52
3 Lewis Hamilton Mercedes +13.858s 52
4 Alexander Albon Red Bull-Honda +59.537s 52
5 Carlos Sainz McLaren-Renault +69.101s 52
6 Daniel Ricciardo Renault 1 giro 51
7 Charles Leclerc** Ferrari 1 giro 51
8 Pierre Gasly Toro Rosso-Honda 1 giro 51
9 Sergio Perez Racing Point-Mercedes 1 giro 51
10 Nico Hulkenberg Renault 1 giro 51
11 Lance Stroll Racing Point-Mercedes 1 giro 51
12 Daniil Kvyat Toro Rosso-Honda 1 giro 51
13 Lando Norris McLaren-Renault 1 giro 51
14 Kimi Räikkönen Alfa Romeo-Ferrari 1 giro 51
15 Romain Grosjean Haas-Ferrari 1 giro 51
16 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo-Ferrari 1 giro 51
17 Kevin Magnussen Haas-Ferrari 1 giro 51
18 George Russell Williams-Mercedes 2 giri 50
19 Robert Kubica Williams-Mercedes 2 giri 50
20 Max Verstappen Red Bull-Honda Ritiro 14

In grassetto il pilota che ha ottenuto il punto extra per il giro più veloce della gara.
*Gara accorciata di un giro per erronea esposizione della bandiera a scacchi.
**Charles Leclerc penalizzato di 15" dai commissari, 5" per un contatto al via con Max Verstappen, 10" per aver proseguito per un giro dopo il contatto con la macchina non in condizioni di sicurezza.

Gli orari tv del weekend di Suzuka | Tutte le info e i risultati del GP Giappone 2019 | Classifica piloti e costruttori | Calendario F1 2019

Gran Premio del Giappone 2019 terminato, rivivilo su MotorBox con la nostra cronaca minuto per minuto.

AGGIORNAMENTO 9.20 - La classifica è aggiornata a causa di un errore nell'esposizione della bandiera a scacchi, sventolata con un giro d'anticipo. Perez dunque, nonostante l'incidente, resta in nona posizione. Ecco l'ordine d'arrivo aggiornato.

08.45 - In attesa della festa del podio, noi vi salutiamo, cari lettori di MotorBox. L'invito è quello di restare con noi per tutta la giornata, perché sono in arrivo tante news, commenti, dichiarazioni e analisi su questo Gp di Suzuka 2019. Grazie per averci seguito nonostante l'orario proibitivo, appuntamento in diretta fra due settimane per la cronaca live del Gp del Messico. Ciao e buona domenica.

08.43 - E Valtteri Bottas è anche (meritatamente) il pilota del giorno di questo Gp, oltre che il vincitore.

08.42 - Perez è invece finito a muro a causa del contatto con Pierre Gasly in curva-2. Una dinamica simile a quella del contatto tra Leclerc e Verstappen. Entrambi gli incidenti saranno investigati nei prossimi minuti.

08.40 - Ed è anche festa per la Mercedes, che eguaglia il record Ferrari di sei titoli mondiali di fila.

08.38 - Bandiera a scacchi! Valtteri Bottas vince il Gran Premio del Giappone 2019! Seguono Sebastian Vettel e Lewis Hamilton, poi Alexander Albon, Carlos Sainz e Charles Leclerc.

08.36 - Bandiere gialle nel primo settore, con Sergio Perez finito a muro in uscita di curva-2.

08.34 - "Ho bisogno di più potenza", chiede Lewis via radio. Difficile però il sorpasso, con Vettel che nell'ultimo giro ha respinto proprio di motore l'attacco del rivale

08.33 - Hamilton era uscito dalla chicane del Triangolo assolutamente incollato al posteriore di Vettel, ma Seb ha potuto sfruttare il Drs offertogli da un doppiato per tenere dietro il britannico. Due giri alla fine!

08.32 - Tre giri alla fine, con Hamilton che apre il Drs sul rettilineo ma non sembra riuscire ad affondare il colpo decisivo. Adesso ci sono anche i doppiaggi di Hulkenberg e Gasly a "disturbare" i duellanti.

08.30 - Il circuito di Suzuka, specialmente con queste auto, non dà grandi possibilità di sorpasso. Non sarà facile, ma Hamilton ci prova.

08.28 - Si ferma adesso anche Charles Leclerc, sesto ma con un gap di sicurezza su Gasly, per montare un nuovo treno di gomme Soft. Charles proverà ad andare all'attacco del giro record di Lewis Hamilton.

08.27 - 15 giri le gomme Medium di Vettel contro i 4 giri delle Soft di Hamilton. Il britannico è caldissimo per portare a casa la doppietta e il titolo costruttori in casa Mercedes.

08.25 - 1:30.983 per Lewis Hamilton, che segna il nuovo record della pista in gara (un primato che resisteva dal 2005). Il britannico è ormai in zona Drs alle spalle di Vettel...

08.23 - Questa la classifica dopo 43 giri di gara. Dieci alla bandiera a scacchi, con Hamilton che rosicchia terreno su Vettel.

08.20 - Sosta ai box per Lewis Hamilton, che monta le Soft (usate) e prova ad andare a caccia di Sebastian Vettel per la seconda posizione. Il tedesco della Ferrari deve difendere un tesoretto di 5 secondi...

08.18 - Mancano 12 giri alla fine e Hamilton non ha ancora avuto un crollo delle sue gomme. La Mercedes con la doppietta porterebbe a casa il titolo mondiale.

08.16 - Bottas via radio: "Siete sicuri che Hamilton dovrà fermarsi ancora?". Il finlandese teme uno scherzetto da parte del suo muretto box.

08.15 - 1:32.122 per Sebastian Vettel, che per il momento segna il giro più veloce e porta a casa (per adesso) il punticino extra.

08.13 - Hamilton senza mezzi termini via radio: "Ditemi cosa devo fare per vincere questo Gran Premio". Da cannibale, il britannico non vuole lasciare neppure le briciole al compagno di squadra.

08.12 - Bottas paga 8.9 da Lewis Hamilton. Vettel è invece a 17 secondi dal leader e 8.5 dal finlandese.

08.10 - Si ferma Bottas per montare un treno di Soft usate. Il leader per il momento è Lewis Hamilton. E vedremo se il britannico sta provando a non fermarsi.

08.09 - Bello il sorpasso di Leclerc ai danni di Gasly, al netto ovviamente di una monoposto molto superiore. Il ferrarista ha preso l'interno alla curva Spoon.

08.07 - Nell'ultimo passaggio però Vettel ha guadagnato su Hamilton, anche grazie alle gomme nuove. Leclerc intanto è alle prese con Pierre Gasly per la sesta posizione provvisoria.

08.04 - Sosta ai box per Vettel, che rientra per montare le Medium. Dunque abbiamo adesso due Mercedes al comando della gara, con Bottas che invece sembra forse amministrare per chiudere il Gp senza cambiare ancora le gomme e Hamilton che spinge per provare a portare a casa la doppietta.

08.02 - Ovviamente adesso è Leclerc ad andare molto forte dopo aver montato le Soft nuove. Il ventunenne è ottavo dopo aver scavalcato sia Perez che Hulkenberg. Prossimo obiettivo Lance Stroll.

08.00 - Riepilogo della classifica quando sono andati in ghiaccio 30 dei 53 dei giri previsti.

07.58 - A Bottas adesso viene chiesto di fare un po' di tyre management, forse per provare ad andare anche fino in fondo? Il finnico ha 11.4 di vantaggio su Vettel, con Hamilton che sta recuperando giro dopo giro sul tedesco. Lewis è a cinque secondi dal rivale della Ferrari.

07.56 - Bel sorpasso alla Spoon di Hulkenberg ai danni di Lando Norris, che si era anche un po' spostato in fase di frenata. Il tedesco è adesso risalito in nona posizione dopo aver effettuato la prima sosta di giornata.

07.55 - Gomme Soft nuove per Charles Leclerc, che torna ai box per la sua seconda sosta (e probabilmente non l'ultima) di giornata. Giro 27/53, siamo praticamente a metà del guado...

07.53 - Lewis proprio non riesce a capacitarsi: "Perché non ho le Hard?". Quasi imbarazzata la risposta del suo ingegnere Peter Bonnington: "Perché non le abbiamo mai provate, era l'opzione più incerta... Non crediamo che funzionino bene".

07.51 - Hamilton è un po' perplesso per la strategia del suo muretto: "Perché ho perso così tanto tempo? E perché non mi avete messo le Hard, visto che il degrado è così più alto del previsto?".

07.49 - Dunque: Bottas conduce con 11 secondi di vantaggio su Vettel, che sicuramente deve ancora fermarsi ai box. Hamilton è terzo ma a 9.7 dal rivale tedesco. Poi Sainz, Albon, Ricciardo, Leclerc, Kvyat, Norris e Gasly.

07.47 - Si ferma adesso anche Lewis Hamilton dopo aver avvisato via radio che "l'anteriore destra è morta". Lo conferma anche questa nuova grafica Fom, un po' a metà tra videogioco e realtà.

07.46 - La classifica dopo 20 giri di gara.

07.45 - Due soste o solo una, Bottas sta comunque volando! Tre secondi guadagnati su Hamilton nell'ultimo giro, proprio mentre Vettel riusciva a scavalcare Carlos Sainz per la terza posizione.

07.44 - Intanto l'incidente tra Leclerc e Verstappen sarà investigato ancora dopo la fine del Gran Premio.

07.42 - Non sappiamo se si tratta solo di un finto messaggio radio, ma a Bottas è stato detto che Hamilton è su una strategia a una sola sosta mentre lui dovrà farne comunque due. Lewis prosegue mentre Valtteri deve spingere per colmare il gap.

07.41 - Gomme Soft per Vettel, che dunque sicuramente dovrà fermarsi ancora un volta di qua alla fine. Siamo nel corso del giro 18/53 ed è arrivato il momento del pit-stop di Bottas, che però rientra in pista con le "gialle".

07.40 - Si ferma adesso Sebastian Vettel, anche per evitare un eventuale undercut di Albon, che si era fermato nello scorso giro. Il tedesco rientra in pista in quarta posizione, alle spalle di un sorprendente Carlos Sainz, oltre che dei due piloti Mercedes.

07.38 - La Honda sognava il trionfo in casa, ma dovrà ancora aspettare: ritiro per Max Verstappen, costretto a rientrare ai box forse per i troppi danni dopo il contatto in curva-2 con Leclerc (che è ancora sotto investigazione).

07.36 - Leclerc è scatenato! Il monegasco adesso ha scavalcato anche Grosjean dopo aver passato anche Kvyat e Raikkonen nei giri precedenti. Intanto Vettel è in crisi con le gomme: Bottas guadagna un altro secondo e si mette a +6.3 secondi, con Hamilton ormai a 7 decimi e in zona Drs.

07.34 - Nessuna azione per il jump start di Vettel. Dunque Seb mantiene la sua seconda posizione ma occhio a Hamilton che è a 1.2 dal tedesco.

07.32 - Bottas sta iniziando a prendere un po' il largo su Vettel, che negli ultimi giri ha perso circa mezzo secondo. Adesso il tedesco è a 4.1 da Bottas, nonostante un lungo del finnico al tornantino di curva-11.

07.30 - Riepiloghiamo la classifica dopo i primi dieci giri di questo GP di Suzuka.

07.29 - Sebastian Vettel è intanto a 2.8 da Bottas e tiene un gap di 2.2 da Hamilton. Sul tedesco pende però la spada di Damocle dell'investigazione della Direzione gara. Le immagini, in effetti, parlavano decisamente chiaro...

07.28 - Bel sorpasso, ma solo per la sedicesima posizione, di Charles Leclerc ai danni di Max Verstappen. Il ferrarista ha preso la scia in rettilineo e ha scavalcato il rivale della Red Bull.

07.25 - Leclerc ha anche perso adesso lo specchietto di sinistra: gara davvero difficile per il ventunenne della Ferrari. Nessuna investigazione ancora per il possibile jump start di Vettel: il tedesco sembra essersi mosso ben in anticipo, ma forse si è spostato troppo poco per far scattare i sensori.

07.23 - Arriva un'altra comunicazione della Direzione gara: adesso è sotto investigazione la manovra di Leclerc. Evidentemente i commissari hanno riguardato da altre angolazioni e hanno deciso di controllare meglio. A questo punto sembra sempre più possibile la (giusta) sanzione nei confronti di Leclerc.

07.22 - Verstappen è stato informato della mancata investigazione ai danni di Leclerc e ha risposto davvero infuriato: "Cosa? Ma dove diavolo dovevo andare?". In effetti, il replay sembra dargli ragione, con il monegasco un po' troppo ottimista nell'allargare la traiettoria.

07.20 - Questo il momento in cui Leclerc perde la bandella anteriore, che poi colpisce la monoposto di Hamilton.

07.19 - Lo scorso giro il monegasco era rimasto in pista, ma adesso viene richiamato ai box per sostituire l'ala anteriore e montare un nuovo treno di Medium. Un inizio drammatico per la Ferrari, che si ritrova al secondo posto con Vettel e all'ultimo con Leclerc.

07.17 - Nessuna investigazione per Leclerc, dunque è valutato come incidente di gara il contatto con Verstappen.

07.14 - Inizio di gara davvero drammatico per la Ferrari, con Sebastian Vettel che sembra anche essersi mosso un attimo in anticipo rispetto allo spegnimento dei semafori. Dunque Bottas comanda seguito da Vettel e Leclerc, che ha un danno con una bandella all'anteriore sinistra, che però si è staccato dopo qualche curva. Quarta posizione per Lewis Hamilton. Verstappen è invece scivolato in diciottesima posizione.

07.13 - Si spengono le luci dei semafori e... Parte il Gran Premio del Giappone 2019! Non buona la partenza delle due Ferrari, che si fanno infilare dalla Mercedes di Valtteri Bottas! Poi in curva-2 contatto tra Max Verstappen e Charles Leclerc, con Max finito sulla ghiaia.

07.10 - Via al giro di formazione del Gp del Giappone 2019. Tra circa tre minuti il via alla gara numero 17 di questo mondiale.

07.08 - E queste sono invece le gomme scelte dai piloti in partenza: Soft usate in Q2 per i primi 10, Medium nuove per Giovinazzi, Raikkonen, Ricciardo, Russell, Magnussen e Kubica, che scatterà dalla pit-lane.

07.04 - Queste le migliori strategie secondo Pirelli: una sosta con Soft-Medium, oppure Soft-Soft-Medium. Chissà che le Mercedes non provino a mettere un po' di pepe alla gara inventandosi qualcosa sul piano tattico...

07.01 - Il vento è sempre molto forte a Suzuka, ma non c'è alcun rischio di pioggia e, anzi, è prevista l'attenuazione nel corso delle prossime due ore. 22 gradi l'aria, 39 l'asfalto.

06.59 - Da poco eseguito l'inno nazionale nipponico, i piloti adesso sono già in auto per preparare il giro di formazione che, ricordiamo, inizierà alle 07.10.

06.57 - Questa la griglia di partenza del Gran Premio del Giappone 2019:

Pos Pilota Team Tempo
1 Sebastian Vettel Ferrari 1:27.064
2 Charles Leclerc Ferrari 1:27.253
3 Valtteri Bottas Mercedes 1:27.293
4 Lewis Hamilton Mercedes 1:27.302
5 Max Verstappen Red Bull-Honda 1:27.851
6 Alexander Albon Red Bull-Honda 1:27.851
7 Carlos Sainz McLaren-Renault 1:28.304
8 Lando Norris McLaren-Renault 1:28.464
9 Pierre Gasly Toro Rosso-Honda 1:28.836
10 Romain Grosjean Haas-Ferrari 1:29.341
11 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo-Ferrari 1:29.254
12 Lance Stroll Racing Point-Mercedes 1:29.345
13 Kimi Räikkönen Alfa Romeo-Ferrari 1:29.358
14 Daniil Kvyat Toro Rosso-Honda 1:29.563
15 Nico Hulkenberg Renault 1:30.112
16 Daniel Ricciardo Renault 1:29.822
17 Sergio Perez Racing Point-Mercedes 1:30.344
18 George Russell Williams-Mercedes 1:30.364
19 Kevin Magnussen Haas-Ferrari No tempo
20 Robert Kubica Williams-Mercedes No tempo

06.55 - Buongiorno a tutti voi, cari lettori di MotorBox. Dopo qualche minuto di pausa siamo di nuovo in diretta, stavolta per raccontarvi l'attesissimo Gran Premio del Giappone 2019. Due Ferrari partiranno davanti a tutti. Siete pronti per seguire con noi il Gp numero 17 di questo mondiale di F1? Il via tra circa un quarto d'ora...


TAGS: formula 1 f1 2019 Live F1 JapaneseGP 2019 GP Giappone 2019 F1 GP Giappone 2019 Live GP Giappone 2019 LIVE Formula 1