Autore:
Giulio Scrinzi

HAMILTON RE DI BAKU I circuiti cittadini sono così: pieni di adrenalina e assolutamente imprevedibili fino all'ultimo giro. Non ha fatto eccezione il GP d'Azerbaijan del Mondiale di F1 2018, nel quale sotto la bandiera a scacchi è transitato per primo il Campione del Mondo in carica. Lewis Hamilton, a dire la verità, era secondo negli ultimi giri di gara, ma la foratura del pneumatico posteriore destro da parte del compagno di squadra Bottas ha regalato al tre volte Campione del Mondo britannico la gioia della sua prima vittoria della stagione.

VERSTAPPEN CONTRO RICCIARDO Ma perchè il finlandese della Mercedes ha gettato all'aria una vittoria praticamente certa? La colpa è da imputare alle due Red Bull e in particolare... a Max Verstappen: nel corso del 39esimo giro l'olandese ha tentato a tutti i costi di resistere all'attacco di Daniel Ricciardo, zigazagando per tutto il rettilineo principale. Alla fine le due RB14 si sono toccate, lasciando sulla pista di Baku diversi detriti che hanno sancito la fine prematura della gara di Bottas.

RAIKKONEN SALVA LA FERRARI In questo caos anche la Ferrari è riuscita a ricavare un certo vantaggio: i colori del Cavallino Rampante, infatti, sono stati tenuti alti da Kimi Raikkonen, secondo al traguardo nonostante un contatto al primo giro con la Force India di Ocon. La seconda VJM11, quella di Perez, ha completato il podio, mentre la SF71H di Vettel non ha fatto meglio del quarto posto. Il tedesco, dopo l'uscita della Safety Car necessaria per ripulire i detriti delle due Red Bull, ha tentato il tutto per tutto in staccata alla prima curva, ma un lungo gli ha impedito di passare Bottas. Questo, inoltre, lo ha penalizzato, perchè con la sua frenata ha spiattellato le gomme anteriori, il che ha dato via libera ad entrambe le Mercedes e alla Force India di Perez.

LECLERC SESTO CON LA SAUBER Dietro a Seb si è confermato in ottima forma la Renault di Sainz, ma la sorpresa di giornata è sicuramente Charles Leclerc: il pilota di Monaco, infatti, ha portato al sesto posto la sua Alfa Romeo-Sauber, centrando degli importantissimi punti in ottica Campionato. Hanno poi completato la top ten, nell'ordine, Alonso, Stroll, Vandoorne e Hartley.

COSì AL TRAGUARDO Questo l'ordine di arrivo del GP d'Azerbaijan.

PILOTA TEAM
1. Lewis Hamilton Mercedes
2. Kimi Raikkonen Ferrari
3. Sergio Perez Force India
4. Sebastian Vettel Ferrari
5. Carlos Sainz Jr Renault
6. Charles Leclerc Sauber
7. Fernando Alonso McLaren
8. Lance Stroll Williams
9. Stoffel Vandoorne McLaren
10. Brendon Hartley Toro Rosso
11. Marcus Ericsson Sauber
12. Pierre Gasly Toro Rosso
13. Kevin Magnussen Haas

TAGS: formula 1 sebastian vettel kimi raikkonen valtteri bottas lewis hamilton f1 max verstappen sergio perez daniel ricciardo f1 2018 formula 1 2018 f1 2018 gp azerbaijan f1 azerbaijan 2018 f1 2018 azerbaijan