Autore:
Simone Valtieri

RISCRIVIAMO LA STORIA Il pilota della Ferrari, Kimi Raikkonen, è nella storia della Formula 1. Già lo era, ovviamente, ben prima del Gran Premio degli Stati Uniti di domenica scorsa, che gli ha consegnato una vittoria rincorsa ben 5 stagioni, ma lo è ancor di più dopo questa affermazione, visto che è stato in grado di prendersi una serie di primati assoluti nella storia della Formula 1: andiamo a vedere quali, prendendo spunto da un bell'articolo di questa mattina sulla Gazzetta dello Sport a firma di Luigi Perna, che ne ha elencati sette, come il numero di gara di Kimi. Noi abbiamo approfondito, aggiungendone due.

15 ANNI E 212 GIORNI È il tempo trascorso tra la prima vittoria di Kimi Raikkonen in Formula 1, ottenuta nel Gran Premio della Malesia nel 2003 con la McLaren, e il suo ultimo successo, quello di domenica scorsa ad Austin con la Ferrari. Il record assoluto per la forbice più ampia tra primo e ultimo GP vinto era detenuto in precedenza da Michael Schumacher, con 14 anni e 32 giorni.

294 GRAN PREMI Questo primato si riallaccia la precedente. Tra quel GP della Malesia vinto nel 2003 e quello di domenica scorsa, sono intercorse 294 gare, anche questo un record assoluto, tolto a Michael Schumacher che lo deteneva con 237 GP.

11 ANNI E 217 GIORNI ...prima del Gran Premio degli Stati Uniti 2018, Kimi Raikkonen vinceva il suo primo GP con la Ferrari. Anche in questo caso il record è stato tolto a Michael Schumacher, che deteneva in precedenza la forbice più lunga tra primo e ultimo successo con la rossa: 10 anni e 121 giorni.

114 GRAN PREMI Rappresenta il digiuno più lungo tra due distinte vittorie, non in termini di anni (il record in quel caso resta di Riccardo Patrese con 6 anni, 6 mesi e 28 giorni di digiuno) ma in termini di GP disputati. Il precedente primato era dell'italiano, già menzionato, che non ha vinto per 98 GP. In questo caso Kimi ha allungato l'attesa di ben 16 GP. Di questi 114 in realtà Kimi ne ha partecipati 113, non essendo partito nel GP della Malesia dello scorso anno.

3 MOTORI Kimi Raikkonen è il solo pilota degli anni Duemila ad aver vinto almeno un Gran Premio con tre differenti tipologie di motore. Quella di domenica è stata la prima affermazione con un V6 turbo, ma in precedenza aveva vinto 11 GP con il V8 e 9 GP con il V10.

21 VITTORIE Sono quelle assolute conquistate da Kimi Raikkonen in Formula 1, che diventa il più vincente pilota finlandese della storia, lasciando a quota 20 successi Mika Hakkinen. Gli altri finlandesi ad aver vinto un GP sono Keke Rosberg con 5, Valtteri Bottas con 3 ed Heikki Kovalainen con 1, per un totale di 50 successi tondi tondi.

39 ANNI E 4 GIORNI Questa è l'età di Kimi Raikkonen domenica scorsa, fresco di compleanno festeggiato il mercoledì prima del weekend americano. Ad Austin Kimi è diventato il più anziano vincitore di un GP del nuovo millennio, nonché il più longevo a vincere con una Ferrari negli ultimi 50 anni, battendo leggende come Regazzoni, Mansell e Schumacher. Nella storia della Formula 1 invece sono in 12 ad aver vinto a un'età maggiore, ma sono record di un'altra epoca, come quello assoluto di Luigi Fagioli, che trionfò in Francia nel 1951 all'età di 53 anni e 22 giorni.

4 NUMERI. Kimi è anche il pilota che ha portato al successo più numeri di gara con la Ferrari in epoca moderna. Ha vinto 2 GP con sul telaio il numero 1 di Campione del Mondo, nella stagione 2008, ne ha vinto uno con il numero 4, sei con il numero 6 e un GP - domenica - con quello che è il suo preferito, il numero 7, che porta in gara dal 2014, quando i numeri sono diventati personalizzati.

48° TRACCIATO Kimi Raikkonen è stato anche il primo pilota della Ferrari a vincere ad Austin, ed è questo il 48° tracciato diverso su cui la scuderia di Maranello ha trionfato. Fino a domenica mattina il record assoluto, fissato a 47 piste, era condiviso con la McLaren, ora invece appartiene solamente alla Ferrari, grazie a Kimi.


TAGS: ferrari kimi raikkonen f1 2018 GP USA 2018 Raikkonen record