Pubblicato il 23/07/20

SCONTRO GENERAZIONALE Non accennano a spegnersi le polemiche tra Lewis Hamilton e alcuni ''grandi vecchi'' della F1 sul tema del razzismo. Appena il tempo di registrare la replica del pilota della Mercedes alle considerazioni di Mario Andretti che a irrompere sulla scena è Bernie Ecclestone, già giunto al secondo tempo di un acceso botta e risposta con il sei volte campione del mondo. Tutto era nato da alcune dichiarazioni dell'ex Supremo della F1, il quale aveva detto che spesso le persone di colore sono più razziste dei bianchi. Hamilton aveva bollato come ''ignorante'' Ecclestone, il quale ora è tornato alla carica reagendo a questo epiteto.

LIVELLO DI ISTRUZIONE Intervistato dal Daily Mail, Ecclestone ha debuttato subito tornando sul tema del razzismo nel motorsport: ''Lewis può iniziare dichiarando che le persone che non sono bianche hanno le stesse possibilità con le scuderie - un pensiero che ricalca quello esposto da Andretti - Lewis, dici che non sono istruito e che sono ignorante. Ho avuto lo stesso livello di istruzione tuo. Almeno ne avevo una buona ragione, ero ancora a scuola durante l'ultima guerra e non era sempre nelle migliori condizioni''. 

F1, GP Stiria 2020: Hamilton in modalità Messico '68

MANCATA RICONOSCENZA L'89enne, fresco papà, spiega poi come il britannico dovrebbe essergli riconoscente per quello che ha realizzato pur senza avere grandi titoli di studio: ''Sei davvero fortunato, perché se avessi avuto una buona istruzione, probabilmente la F1 non sarebbe così com'è adesso. Quindi non saresti in grado di beneficiarne tanto come ora''. Ecclestone, infatti, è stato il grande protagonista della crescita su scala mondiale della F1, rendendo il Circus sempre più famoso nel mondo e strappando contratti miliardari con le televisioni che hanno arricchito ovviamente anche i piloti.

La conclusione di Ecclestone serve per sbattere ancora in faccia ad Hamilton i successi ottenuti nella propria vita, prima di lasciare un messaggio di sostegno alla lotta al razzismo: ''Anche io ho fatto bene (in F1, ndr), ma avevo già guadagnato molti soldi prima di entrare in F1. La vita non è giusta. Dobbiamo educare una generazione più giovane''.


TAGS: f1 Hamilton ecclestone razzismo