Pubblicato il 17/02/2020 ore 11:11

FEELING RITROVATO Ospiti di Fabio Fazio in Rai a Che Tempo Che Fa, Mattia Binotto, Sebastian Vettel e Charles Leclerc (In collegamento video per l'impossibilità di prendere voli visto il maltempo che ha flagellato l'Europa nel weekend) hanno lanciato la stagione della Ferrari in prima serata TV, e lo hanno fatto con un tuffo nei ricordi, personali e della Scuderia più amata dagli italiani, e del mondo. Tra una battuta e l'altra è emerso un morale alto e, dopo gli screzi dell'anno scorso, un ritrovato feeling - almeno apparente - tra i due piloti che si sono rimbalzati battute e scherzi per buona parte della trasmissione. Divertente, per esempio, il siparietto di Vettel e Leclerc in risposta alla domanda del conduttore su quanti chili si perdono nel corso di un GP. ''A Singapore tanti perché fa caldo, ma è soprattutto acqua... anzi, alcuni piloti perdono acqua e qualcos'altro... non io'' ha dichiarato Seb, guardando Charles in video, che poi interviene: ''A me è capitato due volte di perdere qualcosina in più dell'Acqua...''

GEMELLI DIVERSI Battute a profusione anche quando si è trattato di ricordare che Charles deve farsi perdonare un lancio con il paracadute, con Binotto che ha ammesso di non averlo ancora digerito, e Vettel che per stemperare ha commentato: '''L'unico errore che ha fatto è che non ha invitato Mattia a buttarsi con lui'. Io? Io l'ho già fatto, ma prima di lavorare per la Ferrari''. Tra video d'infanzia (Charles alle prese con un'intervista e Seb su un go-kart) e miti giovanili, i due hanno spiegato da dove nasce la loro passione per la rossa: ''È difficilissimo spiegare cosa si prova'' - ha dichiarato Leclerc - ''Ricordo ancora i primi giri che ho fatto a Fiorano con la macchina rossa, da piccolo già quando guardavo il GP da casa dei miei amici a Monaco, cercavo sempre la macchina rossa, non so perché ma è sempre stato così. Ogni volta che entro in macchina è una cosa che non ti abitui mai, ogni mattina che mi guardo e sono in rosso sono fiero''. Il mito del monegasco era però Senna, un pilota che il rosso l'ha solo sfiorato, mentre per Vettel la questione è diversa: ''Il mio mito è Schumacher, ovviamente, è lui che ha instillato in me la passione per l'auto rossa''.

BATTUTE E RISATE E ancora sono state tante le battute, su chi gioca meglio a biliardino (Binotto pensa sé stesso, Charles idem), sul sedile della Ferrari (quello di Seb è rosso, e anche Leclerc - che lo ha provato nero - ne vuole uno rosso), e sulle Ferrari in garage, che entrambi non sempre usano perché hanno paura che si rovinino. Il monegasco ha aggiunto una curiosità sulla propria infanzia: ''Il circuito che conosco meglio è Monte Carlo, da piccolo la fermata del bus che mi portava a scuola era sul rettilineo principale e la prima curva (la Sainte Devote n.d.r.) la conosco tanto, anche se è un po' diverso prenderla a 300 all'ora con una F1'', mentre il tedesco ha commentato il video che lo ritraeva protagonista: ''Quella (La bimba che gli ha dato la mano per congratularsi della vittoria) era mia sorella! Se fossi stato in Italia sarebbe successo ben altro...'' E tutti i tifosi è quello che si augurano per la prossima stagione.

MANI AVANTI E così tra un video riepilogativo di tutte le vittorie di Seb in rosso e una sintesi del trionfo del 2019 di Charles a Monza, è toccato a Mattia Binotto introdurre la prossima stagione: ''Io nasco come tifoso Ferrari, per me è un sogno entrare tutte le mattine in questo stabile. Abbiamo la coppia migliore di tutta la Formula 1, ne sono convinto. Seb non ha bisogno di presentazioni, Charles un ragazzino dall'Academy che alla seconda stagione in Formula 1 ha già vinto delle gare. La miglior coppia anche se ci fanno anche un po' tribolare... I pronostici è sbagliato farli, lo scorso anno siamo partiti benissimo ai test e c'è arrivata la doccia fredda in Australia, siamo un gruppo giovane e da costruire, dobbiamo ancora crescere e imparare le lezioni dal passato. Tutti i cicli vincenti hanno impiegato tempo prima di diventare tali e i nostri avversari non sono mai stati così forti''. Mani avanti dunque, ma anche tanta consapevolezza di avere una grande potenza di fuoco. La verità la si saprà solo in pista, a partire da dopodomani, quando a Barcellona comincerà con i test la stagione 2020. In bocca al lupo.


TAGS: ferrari formula 1 sebastian vettel Charles Leclerc mattia binotto f1 2020 Che Tempo Che Fa CTCF