Audi-Sauber, l'annuncio atteso a Spa
Formula 1

Gruppo Volkswagen, ci siamo: atteso a Spa l'annuncio dell'accordo Audi-Sauber


Avatar di Luca Manacorda , il 24/08/22

1 mese fa - Sembra ormai certo l'annuncio dell'accordo con la scuderia svizzera

A Spa si dovrebbe ufficializzare l'accordo tra Audi e Sauber che farà da apripista a quello tra Porsche e Red Bull

ATTESA QUASI FINITA L'atteso sbarco in F1 di due dei marchi più famosi tra quelli del gruppo Volkswagen sembra essere ormai agli sgoccioli: aumentano infatti le indiscrezioni che riportano come probabile l'annuncio ufficiale da parte dell'Audi nel corso del weekend del GP Belgio, quando la casa di Ingolstadt confermerà di star rilevando la Sauber. La scuderia svizzera attualmente gareggia con il nome di Alfa Romeo, frutto di un accordo in parte simile che era stato fortemente voluto da Sergio Marchionne.

ANTICIPAZIONI E SMENTITE La nuova partnership prevede che il telaio continui ad essere sviluppato a Hinwil, dove ha sede il quartier generale Sauber, mentre il motore Audi verrà prodotto sul suolo tedesco. Adam Baker, ex direttore della sicurezza della FIA, viene indicato come uno dei principali dirigenti ingaggiati dalla casa dei quattro cerchi per il progetto. L'ex pilota Gerhard Berger ha invece negato un coinvolgimento diretto, dichiarando a motorsport-total.com: ''Non ho un contratto di consulenza in F1 con Audi. Non ho rapporti stretti con Sauber e pochissimi contatti. Non sono stato coinvolto in alcun colloquio tra Sauber e Audi''. L'austriaco ha però ammesso di aver messo in contatto in passato la McLaren con la casa tedesca, sebbene i colloqui si siano chiusi con un nulla di fatto.

VEDI ANCHE


I MOTORI SBLOCCANO LA SITUAZIONE L'annuncio di Audi dovrebbe fare da apripista al secondo, atteso e più volte rinviato, accordo: quello tra Porsche e Red Bull Racing. Una partnership simile, con la casa tedesca che oltre ai motori dovrebbe acquisire anche il 50% delle quote della scuderia austriaca. Entrambi gli accordi, dati ormai per certi da mesi, hanno subito continui rinvii a causa delle discussioni attorno alle regole per i nuovi motori che debutteranno nel 2026 e che sono la condizione fondamentale per far sì che le due case tedesche entrino in F1 a partire da quella stagione. I regolamenti sono stati finalmente confermati e questo ha sbloccato la situazione.

IL COMMENTO DI BINOTTO Riguardo l'ingresso - tribolato - di questi due prestigiosi marchi in F1, Mattia Binotto ha dichiarato ad Auto Motor und Sport: ''Non abbiamo paura, ma la Ferrari c'è stata sin dall'inizio. Penso che sappiamo cosa è buono per il futuro della F1. I nuovi arrivati ​​sono i benvenuti, ma non devono essere più rilevanti della Ferrari''.


Pubblicato da Luca Manacorda, 24/08/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox