Autore:
Giulio Scrinzi

NON SOLO F1 Dopo la sua partecipazione alla 24 Ore di Daytona, Fernando Alonso si sta preparando ad inseguire la famosa Triple Crown, quel riconoscimento assegnato a un pilota che ha vinto il GP di Monaco (o è arrivato al vertice in F1), la 500 Miglia di Indianapolis e la 24 Ore di Le Mans. E proprio in quest’ultima lo spagnolo della McLaren sarà chiamato a dare tutto se stesso nel prossimo mese di giugno 2018, quando parteciperà ufficialmente alla gara più famosa del Mondiale Endurance al volante di una Toyota TS050 Hybrid del team ufficiale Toyota Gazoo Racing.

PROSPETTIVA ENDURANCE Ma non è tutto, perché sembra che Alonso andrà oltre la famosa 24 Ore: sempre con il team giapponese, il due volte Campione del Mondo di F1 dovrebbe partecipare anche ad altre gare del WEC (World Endurance Championship), a parte quella del Fuji a causa della sua partecipazione nel GP degli Stati Uniti ad Austin il prossimo 21 ottobre. In ogni caso, questa è la conferma che Fernando diventerà anche un pilota di durata, al fianco di Sebastien Buemi e di Kazuki Nakajima.

FERNANDO ALONSONon ho mai tenuto segreto il mio desiderio di vincere la Triple Crown: infatti lo scorso anno ho provato a vincere a Indianapolis. Ci sono andato vicino, ma non ci sono riuscito. Quest'anno, grazie a McLaren, avrò l’opportunità di correre con la Toyota nel WEC e di provare a vincere la 24 Ore di Le Mans. Sarà una grande sfida. Potrà anche andare male. Ma sono pronto, preparato e non vedo l'ora di combattere. In ogni caso, questa nuova sfida non mi distoglierà dai miei obiettivi principali, che restano la Formula 1 e la McLaren. Nel 2018 il mio obiettivo sarà essere competitivo in ogni Gran Premio e sono sicuro che siamo sulla strada buona per riuscire a rendere possibile tutto questo”.


TAGS: formula 1 fernando alonso f1 f1 2018 fernando alonso 2018 formula 1 2018 fernando alonso wec fernando alonso 24 ore di le mans fernando alonso endurance