Albon e Russell in coro: più facile seguire le altre monoposto
F1 2022

Albon: "Sorprendente come riusciamo a seguire un'altra vettura"


Avatar Redazionale , il 02/03/22

2 mesi fa - I due piloti sottolineano i pregi delle nuove vetture,con un'eccezione

Albon e Russell sottolineano i pregi delle nuove vetture, ma non nascondono un po' di preoccupazione riguardo la scia sul dritto

NUOVA AERODINAMICA - Un obiettivo importante riguardo i nuovi regolamenti entrati in vigore quest'anno in F1, e su cui la FIA ha puntato molto, è quello relativo alla maggior facilità per i piloti di seguire la vettura davanti rispetto a quanto avveniva gli scorsi anni. Abbiamo sentito spesso i piloti lamentarsi dell’aria sporca e della difficoltà a stare vicino alla monoposto che li precede per poter tentare un sorpasso. A tal proposito, con questo cambio di regolamento e con questa nuova aerodinamica si è cercato di rendere le gare più avvincenti, offrendo più possibilità di sorpasso. 

FACILITÀ NEL SEGUIRE - Alex Albon, pilota Williams, dopo i primi test in pista a Barcellona ha rilasciato delle dichiarazioni promettenti che ci fanno auspicare di vedere più battaglie in pista. “È molto sorprendente come riusciamo a seguire una vettura. È una bella sorpresa e ci vorrà un po’ di tempo per abituarsi perché appena riesci a ricordare cosa puoi o cosa non puoi fare quando sei ad una certa distanza dall’auto, come prendere spazio, impari i limiti del seguire la vettura davanti e riesci a ricalibrarti un po’” ha detto ottimista il pilota thailandese, il quale ha poi aggiunto: “Non ho fatto molti giri dietro altre vetture, ma si può dire che c’è stato un grande miglioramento ed è grandioso per lo sport. Vedremo come sarà con i sorpassi nei rettilinei perché la mia sensazione iniziale è che l’effetto scia sia leggermente minore, ma dovremo vedere”.

VEDI ANCHE



F1 Test Barcellona 2022: Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) precede George Russell (Mercedes AMG F1) F1 Test Barcellona 2022: Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) precede George Russell (Mercedes AMG F1)

SCIA DEBOLE - Sul tema si è espresso anche George Russell, nuovo pilota di casa Mercedes, il quale ha sottolineato il problema di una scia più debole: “Penso che l’inseguimento da vicino sia migliorato ma l’effetto scia si è ridotto in maniera sostanziale”, ha detto preoccupato il pilota britannico. “Ovviamente hai bisogno di quella distanza ridotta per sorpassare, perché puoi farlo solamente alla fine di un rettilineo e in una curva” ha concluso. La speranza è che, con questa maggiore facilità di stare vicino alla monoposto davanti, la diminuzione dell’effetto scia non sarà così determinante e penalizzante nel tentativo di un sorpasso.


Pubblicato da Alex Ramazzotti, 02/03/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox